Capodanno, a Roma la sicurezza c’è ma non si vede

0

Al via i preparativi a Roma per il concertone di capodanno previsto al Circo Massimo. Ma Alla vigilia delle tradizionali feste di piazza per la fine dell’anno, torna l’incubo attentati. Nelle maggiori capitali europee si sono alzati i livelli di guardia. A Bruxelles sono state vietati i fuochi d’artificio e cancellate le manifestazioni pubbliche. Si temono minacce anche oltre oceano: a New York, Los Angeles e Washington.

A Roma, fa sapere la prefettura, sarà predisposto un rinforzo di circa 800 unità a disposizione della Questura, insieme a 750 agenti della Municipale ritenuti adeguati a garantire i servizi necessari. Non sono stati invece previsti metaldetector fissi, poche le pattuglie che durante la giornata hanno presidiato la zona, l’area intorno al Circo Massimo è stata bonificata nella notte, ma per tutto il giorno è rimasta aperta al pubblico, con tanto di maratona che ha percorso via dei Cerchi. Insomma, la sicurezza nella Capitale c’è ma ancora non si vede.

Il servizio di Diana Romersi

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.