Estorsione, imprenditore sotto scacco di madre e figlio di un carcerato

0

(MeridianaNotizie) Roma, 29 dicembre 2015 – La Polizia di Stato di Casale Monferrato (AL) ha arrestato i membri di una famiglia per estorsione aggravata e continuata ai danni di un imprenditore. L’attività di Polizia Giudiziaria ha posto fine ad una serie di minacce aggravate compiute, indirettamente, da un pregiudicato, attualmente in regime carcerario per altra causa, utilizzando i propri familiari (moglie e figlio), residenti in Toscana, nei confronti di un imprenditore, ex datore di lavoro, per motivazioni legate al pregresso rapporto lavorativo. Le richieste di denaro avevano cadenze mensili, per un ammontare complessivo di circa 20mila euro che l’imprenditore ha dovuto pagare, inizialmente con compensi volontari a scopo assistenziali (dal momento che conosceva il soggetto richiedente, suo ex dipendente, in forti difficoltà economiche), successivamente con ripetute minacce telefoniche utilizzando anche missive e telegrammi.estorsione-casalemonferrato2

L’imprenditore, stanco delle continue corresponsioni effettuate dal 2009, si è rivolto alla Polizia di Stato presentando la denuncia per estorsione e, dopo circa due mesi di attività investigative, gli agenti hanno monitorato un incontro fissato con gli estorsori, per la consegna di 5mila euro in contanti e hanno proceduto a fermare uno dei due soggetti, colto in flagranza di reato.

Cristina Pantaleoni

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.