Mafia, smantellato a Palermo il clan Santa Maria di Gesù avevano ucciso Luigi Sciacchitano

0

(Meridiana Notizie) Roma, 11 dicembre 2015 – I carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito 6 provvedimenti di fermo, emessi dalla Procura distrettuale del capoluogo siciliano, nei confronti di altrettante persone accusate a vario titolo di omicidio, tentato omicidio, associazione mafiosa e reati in materia di armi.

Le indagini hanno interessato la famiglia mafiosa di Santa Maria di Gesù, inserita nell’omonimo mandamento, di cui è stato accertato il processo di riorganizzazione interna, avvenuto con una vera e propria “elezione democratica” nonché la capacità militare culminata nell’omicidio di Salvatore Sciacchitano, ucciso il 3 ottobre scorso a Palermo e nel ferimento di Antonino Arizzi. Sciacchitano aveva partecipato, solo poche ore prima della sua uccisione, al ferimento di Luigi Cona, legato allo stesso clan pur non essendone organico.

Le attività hanno consentito di capire come era stato investito il vertice dell’organizzazione criminale, legittimato attraverso il ricorso ad elezioni con la partecipazione degli altri uomini d’onore, secondo una prassi in precedenza svelata solo dai primi collaboratori di giustizia negli anni ’80.

Il servizio di Diana Romersi

Share.

Comments are closed.