Circuito “Senza Barriere”, al Foro Romano un percorso per disabili

0

(MeridianaNotizie) Roma, 3 dicembre 2015 – Alla vigilia della Giornata mondiale della disabilità, il Foro Romano diventa più accessibile e inclusivo con “Senza barriere”, il piano che la Soprintendenza ha progettato per i suoi siti e musei archeologici. Ad inaugurare il lungo percorso che conduce dall’arco di Tito alla Curia, attravDISABILI-FORI1ersando il cuore monumentale, il Soprintendente Francesco Prosperetti. “Si parte dal Foro Romano ma noi lo abbiamo già replicato a Ostia Antica ed e’ una modalità che dovrà essere estesa a tanti luoghi dell’archeologia a partire da Pompei perchè i percorsi dell’archeologia sono spesso ardui ed e’ importante renderli più accessibili a tutti e siamo quindi orgogliosi – ha detto Prosperetti – di aver costruito un primo modello. Altri esempi nel nostro progetto riguardano l’allargamento del percorso anche all’area del Palatino che in questo momento non e’ ancora pienamente accessibile. Quindi dobbiamo pensare a questi anni come quelli in cui finalmente vi e’ un’attenzione a questa esigenza che e’ di tutti”.

Il piano “Senza barriere”, la cui realizzazione delle opere edili e’ stata resa possibile grazie ad Archires – Gruppo Sorgente, e’ funzionale a una valorizzazione dei siti e dei musei della Soprintendenza aperti a tutti e senza esclusioni. L’idea alla base e’ che non esistano abili e disabili ma che una facile accessibilità sia un diritto anche di chi e’ stanco, pigro o voglia semplicemente fare una tranquilla passeggiata. Il completamento del primo circuito di accessibilità al Foro Romano e’ il coronamento di un progetto multidisciplinare di ricerca come richiede un sito di rilevante importanza culturale ed elevata complessità. Il percorso accessibile in primavera arriverà sul Palatino congiungendosi a quelli esistenti tra il museo e la casa di Augusto.

Cristina Pantaleoni

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.