“Più libri più liberi”, fumettisti, intellettuali e youtubers a confronto nella fiera della piccola e media editoria

0

(Meridiana Notizie) Roma, 4 dicembre 2015 – Torna da oggi all’8 dicembre al Palazzo dei Congressi all’Eur “Più libri più liberi”, la Fiera nazionale della piccola e media editoria promossa e organizzata dall’Associazione italiana editori. Ad inaugurare la quattordicesima edizione dal simbolico titolo “Per amore dei libri”, il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, insieme al responsabile del Comitato promotore di “Più libri più liberi”, Antonio Monaco.

Cinque giornate permetteranno alla piccole e media editoria di incontrare i propri lettore e offrire loro un ricco programma con 330 incontri e circo 1000 relatori. Dalla letteratura internazionale alle nuove scommesse editoriali, ma anche incontri con fumettisti, YouTubers, giornalisti, saggisti, e intellettuali, in un approccio basato sulla trasversalità del linguaggio e dei contenuti. Ma qual è la marcia in più che permette a queste case editrici di attirare ancora un corposo numero di lettori? Lo abbiamo chiesto a chi è riuscito quest’anno ad emergere, riuscendo anche a conquistarsi uno spazio all’interno del prestigioso Premio Strega. “La piccola editoria indipendente ha una capacità che forse i grandi gruppi non hanno – ci spiega un editor di E/O – quella di radicarsi in un’identità che poi si può comunicare alle persone”.

La manifestazione rinnova anche il rapporto della fiera con le scuole e le università, attraverso una serie di iniziative che hanno raggiunto un target molto ampio, dagli alunni delle scuole primarie agli studenti universitari. Questi ultimi sono stati i protagonisti di “Più libri più idee”, ciclo di appuntamenti che quest’anno a novembre ha coinvolto non solo le storiche partnership capitoline (La Sapienza, Tor Vergata, Roma 3) ma anche altri atenei laziali (Università degli Studi della Tuscia, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale) in collaborazione con la Regione Lazio. Tornano “Più libri junior”, il gioco letterario giunto alla sua VII edizione, quest’anno legato al tema della luce e che coinvolge numerose scuole della città e “Più libri più grandi”, il contenitore che si rivolge alle scuole primarie e secondarie con un doppio percorso: in classe a novembre e al Palazzo dei Congressi nei giorni della fiera.

Novità sul fronte del rapporto con il mondo professionale: l’edizione 2015 propone, infatti, agli addetti ai lavori della filiera editoriale un programma dalla forma innovativa, strutturato in cinque sezioni, una per ogni giorno di fiera, come fossero i numeri speciali di un giornale. Protagoniste, cinque parole-chiave relative al presente e al futuro della piccola e media editoria: la diffusione di concentrazioni industriali (4 dicembre), il valore oltre la forma del romanzo (5 dicembre), l’impegno verso l’innovazione (6 dicembre), la ricerca di nuovi autori (7 dicembre), le possibili forme di collaborazione.

Il servizio di Diana Romersi

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.