Con la crioconservazione un “Futuro Fertile” ai pazienti anche dopo il tumore

0

(MeridianaNotizie) Roma, 22 maro 2016 -Ogni giorno in Italia vengono diagnosticati 30 nuovi casi di tumore in pazienti che hanno meno di 40 anni. I trattamenti antitumorali che pregiudicano la capacità riproduttiva non sono più un ostacolo insormontabile per diventare madri e padri: le tecniche di crioconservazione dei gameti oggi garantiscono un “futuro fertile” anche ai giovani sopravvissuti oncologici.

Nel Lazio è possibile criocongelare gameti sia maschili che femminili grazie alla banca degli ovociti dell’Istituto Regina Elena di Roma e alla banca del seme del Policlinico Umberto I, la prima in Italia, attiva fin dagli anni ’80. Il messaggio di speranza arriva dal Focus Oncofertilità, evento conclusivo della campagna Futuro Fertile – “Figlio si nasce, Genitori si diventa”.

Servizio di Teresa Ciliberto

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.