Caserta, sequestro da 3,4 mln alla Gosaf: indagati 11 tra dirigenti e funzionari

0

(MeridianaNotizie) Roma, 06 maggio 2016 – Sequestrati beni mobili e immobili, nonchè somme di denaro, per un valore di 3milioni e 400mila euro a un soggetto ritenuto di fatto amministratore della Gosaf S.p.a., società di riscossione con sede legale a Montesarchio (Benevento),e di 5 tra dirigenti e funzionari dei comuni di Paolisi(Benevento), Portici (Napoli) e Anagni (Frosinone), con l’accusa di peculato, falso ideologico e abuso d’ufficio.

Le indagini costituiscono la prosecuzione delle attività che avevano portato al sequestro preventivo, nei confronti del socio unico e rappresentante legale della società, di somme per circa 800mila euro, costituenti il profitto del reato di peculato perpetrato a danno di quattro comuni del Casertano: Arienzo, Francolise, Pietravairano e San Marcellino, per conto dei quali la Gosaf svolgeva il servizio di riscossione dei tributi locali.

Servizio di Teresa Ciliberto

Share.

Comments are closed.