Pirateria televisiva, sequestrati 50 siti web e denunciate 5 persone

0

(MeridianaNotizie) Roma, 27 maggio 2016 – 5 indagati, 41 server oscurati dislocati in 3 continenti, 3 server sequestrati in Italia e 50 siti illegali sequestrati. E’ il bilancio dell’operazione antipirateria audiovisiva denominata “Match Off 2.0”, messa a segno alla vigilia della finale di Champions League dagli agenti della Guardia di finanza.

L’indagine è volta al contrasto del crescente fenomeno della trasmissione via web di eventi sportivi, film, serie televisive e concerti, senza possederne i diritti. In particolare, è stato accertato che venivano offerti contenuti pirata sia in modalità “streaming live” cioè in diretta, che in modalità “streaming on demand” fruibili, quindi, a richiesta.

La fonte di guadagno era data da un abbonamento mensile di 10 euro, a fronte di un’offerta commerciale legale di circa 100 euro.Per comprenderne la portata è sufficiente considerare che, con l’odierna operazione, è stata accertata la presenza di oltre 340.000 utenti registrati all’interno di una community. Ipotizzando che tutti abbiano sottoscritto un “abbonamento” illegale, è possibile, con un semplice calcolo, stimare che il volume d’affari sia di quasi € 3.500.000 mensili, ossia oltre € 40.000.000 annui.

Servizio di Teresa Cilberto

Share.

Comments are closed.