Torino, vendevano capi “griffati” prodotti con tessuto acrilico: sequestrati 100mila abiti

0

(MeridianaNotizie) Roma, 04 Maggio 2016 – Capi d’abbigliamento confezionati con acrilico e polyammide venduti per filati pregiati. E’ la frode scoperta dalla Guardia di Finanza, che da questa mattina sta effettuando una serie di perquisizioni in una ventina di aziende delle province di Torino e di Prato. 30 le persone che sono state denunciate,100mila capi sequestrati, 120mila etichette mendaci e numerosi macchinari industriali utilizzati per la frode.

I Finanzieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Torino, sono risaliti, esaminando la contabilità, ai fornitori del commerciante dei capi sequestrati, individuandoli presso l’area “Città Commerciale”.di Settimo Torinese (TO). Ed è proprio presso alcune imprese site all’interno del centro commerciale, gestite da soggetti di nazionalità cinese, tutti grossisti nel settore dell’abbigliamento, che sono stati rinvenuti decine di migliaia di capi d’abbigliamento con indicazioni merceologiche false sia in merito alla provenienza che alla composizione dei singoli prodotti. Le ulteriori indagini, hanno consentito di ricostruire l’intera filiera del falso, con basi logistiche nel comune di Prato, con tanto di roccatrici e filatrici industriali, in cui venivano realizzati i falsi capi in cachemire, mohair, pura lana vergine e seta.

Servizio di Teresa Ciliberto

Share.

Comments are closed.