Comunali, Raggi (M5S) al ballottaggio: “Il vento sta cambiando”

0

(MeridianaNotizie) Roma, 06 giugno 2016 – Roma e Torino sono targate 5 stelle, dai primi risultati dello spoglio delle elezioni comunali 2016 il Movimento andrà in ballottaggio con il PD.

MOVIMENTO 5 STELLE2

Il dato politico decreta il successo del movimento di Grillo che scrive  sul suo blog “un risultato storico! Cambiato tutto!”, mentre Alessandro di Battista tuona “siamo la prima forza politica della capitale”. Si andrà alle urne per il secondo turno anche in altre grandi città, a Milano il margine è davvero irrisorio tra Giuseppe Sala del PD (41,69%) e Stefano Parisi Forza Italia (40,79%), mentre più netto è il distacco a Napoli di De Magistris (42,52%) su Giovanni Lettieri FI-Lega (24,02%) ma è a Bologna che la storica roccaforte del PD sembra vacillare sotto i colpi della Lega con lo scontro tra il candidato del centrosinistra Virginio Merola (39,49%) e il candidato della Lega Lucia Bergonzoni (22,25%).

Tra le città capoluogo, la vittoria a Rimini di Andrea Gnassi, (57,02%) è il risultato targato centro sinistra, mentre per le altre città del nord non sembra essere netta la distanza tra i partiti di destra e di sinistra e l’elettorato è chiamato di nuovo a votare nelle seguenti città: Novara con Alessandro Canelli, centrodestra, 33,18% contro Andrea Ballaré, centrosinistra, 28,64%, Varese con Paolo Orrigoni, centrodestra, 47,55% contro Davide Galimberti, centrosinistra, 41,47%, Savona  Cristina Battaglia, centrosinistra, 32,37% contro Ilaria Caprioglio, centrodestra, 26,07% e con Salvatore Diaspro, M5S, al 25,26%, e infine Ravenna Michele De Pascale, centrosinistra, 46,52% contro Massimiliano Alberghini, centrodestra, 27,98%.

Al ballottaggio nel centro sud andranno anche Grosseto con Antonfrancesco Vivarelli Colonna, centrodestra, (39,83%) contro Lorenzo Mascagni, centrosinistra (34,33%), a Latina Nicola Calandrini, Lega e altre liste, (23,17%) sfida Damiano Coletta, liste civiche (23,30%), Caserta con Carlo Marino, centrosinistra, (42,07%) contro Riccardo Ventre, centrodestra,(19,83%), Brindisi vede Fernando Marino, centrosinistra, (33,91%) contro Angela Carluccio, centrodestra, (25,14%), Isernia con Giacomo D’Apollonio, Lista civica insieme per il Molise, (23,64%) contro Gabriele Melogli, centrodestra,(22,51%), Crotone con Rosanna Barbieri, centrosinistra, (29,59%) contro Ugo Pugliese, liste civiche,( 27,53%), Carbonia Giuseppe Casti, centrosinistra, (38,5%) contro Paola Massidda, M5S, (23,05%) e infine ad Olbia con Carlo Careddu, centrosinistra, (42,09%) contro Settimo Nizzi, centrodestra, 25,23%).

I vincitori al primo turno solo a Trieste Forza Italia conquista il  40,88% con Roberto Dipiazza, scendendo i candidati di lista civica locale conquistano ad Isernia con Giacomo d’Apollonio (24,19%), a Cosenza il 59,21% vota Mario Occhiuto, a Salerno con Vincenzo Napoli con 70,31%, mentre a Cagliari  Massimo Zedda, centrosinistra, si riconferma sindaco di Cagliari con il 50,9%.

I dati dell’affluenza registrano un sensibile calo dei votati rispetto alla percentuale del 72,59% delle ultime comunali, si arriva oggi al 62,14% e la capitale riesce a strappare appena il 57,19%.

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.