Treviso, dichiaravano falsi 730: una truffa da 3mln di euro

0

(MeridianaNotizie) Roma, 20 settembre 2016 – Sessantasei persone segnalate all’Autorità Giudiziaria per “indebite percezioni di erogazioni a danno dello Stato”. Si tratta dell’operazione denominata “Easy Credit”, condotta dalla Guardia di Finanza di Treviso. Mille dichiarazioni dei redditi falsi, presentati o già compilati e in attesa di essere trasmesse all’Agenzia delle Entrate, e finalizzate a beneficiare di crediti d’imposta non spettanti.

Responsabile della truffa è un Centro di Assistenza Fiscale nel bolognese che, in cambio di compensi, agevolava le pratiche di molti clienti. Questo consentiva loro di percepire indebiti crediti IRPEF, liquidati in oltre 2 milioni di euro.

L’indagine ha permesso non solo di svelare l’intero meccanismo di frode, ma anche di ottenere l’annullamento di oltre 300 modelli 730/2016, da poco presentati con l’indicazione di quasi un milione di euro di crediti IRPEF non spettanti. Dichiarazione di crediti di imposta inesistenti, familiari a carico residenti all’estero e privi di codice fiscale o detrazioni per figli non esistenti, anche disabili: gli indagati, tutti cittadini stranieri residenti in Italia, con l’aiuto del responsabile C.A.F. potevano così ottenere rimborsi IRPEF non dovuti.

Servizio di Teresa Ciliberto

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.