Vinitaly 2017, Zingaretti: il Lazio sarà protagonista con i suoi 65 produttori

0

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, l’assessore regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Carlo Hausmann, l’amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati e il Direttore Generale di VeronaFiere, Giovanni Mantovani, hanno presentato il programma di partecipazione della Regione Lazio alla 51° edizione del Vinitaly, il Salone internazionale del vino e dei distillati, e alSOL & AGRIFOOD, Salone internazionale dell’agroalimentare di qualità, che si svolgeranno a Verona dal 9 al 12 aprile 2017.La Regione sarà presente alla Fiera di Verona come Sistema Lazio con Arsial, gli Assessorati regionali al Turismo e allo Sviluppo Economico,  Agro Camera, le Strade e i Consorzi del Vino, Unioncamere Lazio, le Camere di Commercio di Frosinone, Latina, Rieti, Roma e Viterbo in un Padiglione esclusivo di 1.800 metri quadrati, all’interno del quale saranno ospitati 65 produttori provenienti da tutte le province laziali.La Regione Lazio e Arsial hanno puntato nuovamente, come lo scorso anno, su una giovane artista emergente per la scenografia del Padiglione, disegnata dalla romana Alessandra Carloni.Il disegno narra il racconto di un viaggio onirico su una mongolfiera, di un viaggiatore che con sguardo sognante attraversa tutte le bellezze, culturali, territoriali e storiche che offre la regione Lazio.Si parte dalla città per eccellenza, Roma, la Capitale, di cui si intravedono i suoi simboli riconoscibili in tutto il mondo: Il Colosseo, il Cupolone, i tetti romani.Tutto viene visto con gli occhi del personaggio, entrando completamente nel suo sogno.Dalla città, il viaggio continua, e si scoprono tutte le bellezze del Lazio, i territori della Tuscia, i suoi filari, il litorale sullo sfondo, ma anche la campagna…le montagne e le colline.Sul lato sinistro appaiono dei riferimenti territoriali evidenti, come il Castello di Santa Severa, che affaccia sul mare, e il sospeso e onirico paese di Civita di Bagnoregio.Tutto il viaggio, e la scoperta di queste bellezze, conduce infine a un elemento centrale: Il vino.Il vino, versato da una bottiglia in un calice, diventa una mare rosso, su cui naviga una nave.Il personaggio, arriva quindi dopo un lungo viaggio, arricchito delle bellezze dei luoghi, della cultura e della storia che fanno parte del territorio, a raggiungere il simbolo della bellezza, della convivialità e di un prodotto di eccellenza del Lazio, il vino.Il vino che fa viaggiare e percorrere la bellezza del paesaggio, dentro la sua storia, la sua cultura, la sua gente, le sue tradizioni.Tante le novità con cui il Lazio presenterà l’esperienza e la vocazione vitivinicola regionale: più di 20 appuntamenti di profilo tecnico, istituzionale, gastronomico e culturale.I produttori, gli imprenditori agricoli, i tecnici, gli agronomi, i giornalisti, che animeranno il Padiglione Lazio durante le giornate fieristiche, porteranno le proprie idee e proposte per continuare a lavorare uniti per lo sviluppo del settore, la valorizzazione dei prodotti sui grandi mercati, a cominciare da quello di Roma, e la comunicazione al pubblico della qualità del vino del Lazio.A Verona poi ci sarà spazio per la Terza edizione del contest “Il territorio in tavola” a cui parteciperanno i giovani studenti presenti, come ogni anno, in Fiera in stage con Regione Lazio e Arsial.Parteciperanno alla 51° edizione del Vinitaly: l’Istituto Maffeo Pantaleoni di Frascati, vincitore della passata edizione, l’Istituto alberghiero di Amatrice, l’Istituto Amerigo Vespucci di Roma, l’Istituto San Benedetto di Latina.Obiettivo del contest: promuovere nei ragazzi, futuri ambasciatori delle eccellenze enogastronomiche regionali, la conoscenza e l’amore per i prodotti dei propri territori.Verranno raccolti i pareri dei visitatori e degli espositori presenti nel Padiglione Lazio con delle schede di valutazione anonime. Il risultato ottenuto da tale giuria ‘popolare’ verrà integrato dal giudizio di una speciale commissione tecnica formata da rappresentanti delle Istituzioni, della stampa e del settore ristorazione presenti.Le scuole saranno premiate nel seguente modo: agli Istituti partecipanti verrà consegnato uno speciale “diploma” di partecipazione. L’Istituto primo classificato avrà la possibilità di ospitare presso la propria sede, uno degli chef stellati del Lazio per una masterclass.Inoltre 25 ragazzi di ognuno dei 4 Istituti avranno la possibilità di partecipare a un incontro con un noto chef laziale presso la sede del CSTT (Centro Servizi prodotti Tipici e Tradizionali) gestito da Agro Camera a Roma.Dopo il successo delle precedenti edizioni, la Regione Lazio e Arsial hanno offerto a proprie spese la profilazione sui vini dei produttori espositori in fiera, i cui risultati saranno presentati durante il Vinitaly.I campioni sono stati analizzati da due commissioni (Panel Tecnico e Opinion Maker) con l’utilizzo di due differenti schede: la scheda enologi concorsi (OIV) e una scheda articolata su circa 40 descrittori per definire il profilo sensoriale secondo i descrittori di primo livello e i relativi descrittori di secondo livello.

 

Share.

Comments are closed.