Cappadocia,Lorenzin: diamo forza alle idee

0

(MeridianaNotizie) Roma,26 maggio 2017 – L’11 giugno prossimo si voterà anche nel Comune di Cappadocia (L’Aquila). Candidato a sindaco con la lista Cappadocia nel cuore Lorenzo Lorenzin. Che si presenta così:

Sono un poliziotto del reparto Mobile, sindacalista Coisp e fratello del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.Non sono nato a Cappadocia ma sono molto legato a questo territorio, vengo qui da dieci anni, e ho accettato di candidarmi impegnandomi al massimo in questa mia nuova esperienza. La politica ce l’ho nel sangue, però fino a oggi mi sono occupato attivamente solo di sindacato.“Le sfide che ci attendono sono difficili e stimolanti allo stesso tempo, la scarsità di risorse a disposizione da una parte, e la richiesta di servizi qualificati per i nostri cittadini dall’altra, impongono una “visione amministrativa” centrata sui reali bisogni e necessità della cittadinanza: occupazione, sicurezza, infrastrutture e servizi, sostegno alle famiglie, aggregazione, sono le nostre priorità. Abbiamo deciso di dar vita ad una lista civica, innovativa nelle idee, composta da giovani e persone di esperienza, e intenzionata fermamente ad un “autentico” e soprattutto “concreto” rilancio del territorio.I pilastri programmatici su cui si fonda la nostra lista, composta da Eleonora Pensa, Paolo Agostini, Vincenzo Ciccarelli, Marcello D’Andrea, Maurizio Di Cesare, Dario Di Giacomo, Maria D’Innocenzo, Giuseppe Facchini, Chiara Gattinari e Leonardo Sterpetti, “sono trasparenza e anticorruzione, efficienza, efficacia, economicità e legalità nella gestione del danaro pubblico”.Obbiettivo prioritario è il rilancio del turismo, sono necessarie strategie economico-turistiche condivise con tutti coloro che vivono e operano  nel territorio – Amministrazione comunale, imprenditori, attività commerciali, associazioni territoriali (Pro-loco, altre associazioni senza fini di lucro) e cittadini insieme – per uscire da un immobilismo economico che caratterizza, ormai da troppo tempo, l’intera area. Sono fortemente convinto – afferma Lorenzin – che la rinascita turistico-territoriale parte da Camporotondo e si estende da qui all’intero territorio. Sono intenzionato ad ultimare con la mia amministrazione gli impianti di risalita ma non sarà trascurata l’apertura di circuiti per lo sci da fondo immersi in un paesaggio naturalistico di eccellenza: la montagna è la nostra ricchezza e la cura e l’attenzione dell’ambiente devono essere obbiettivi essenziali.Il turismo verde “sostenibile e responsabile”, le risorse culturali e naturalistiche saranno la nostra forza, valorizzeremo i tanti sentieri montani per far si che un percorso immerso nel verde diventi un nuovo modo di vivere il territorio promuoveremo tutte le attività agonistiche e non ( trekking, mountain bike, equitazione, free climbing, passeggiate salutari), la casa vacanze di D’annunzio a Cappadocia, il Mulino di Verrecchie, le grotte di Beatrice Cenci a Petrella Liri e tutte le iniziative turistico-ricettive attraverso un nuovo sito internet e l’istituzione di un punto turistico informativo nel comune per realizzare una vera e propria rete turistica con comuni, tour operator, istituti scolastici e associazioni turistiche presenti nel territorio regionale. Altro obbiettivo sono i giovani, una realtà che nel nostro comune sta via via diminuendo, lasciano il nostro territorio per cercare opportunità lavorative altrove, Cappadocia nel cuore si impegna ad una lotta allo spopolamento e a creare le condizioni nel tessuto economico, turistico, sociale e culturale affinché si costruiscano nuove opportunità lavorative attraverso: incentivi ai giovani, contratti stagionali, aiuti alle attività commerciali esistenti, sostegno ed indirizzo di tutte le idee e iniziative dei nostri cittadini.

Sono particolarmente attento alla salute e sicurezza di tutti, la prima cosa che farò insieme alla mia squadra sarà riattivare la farmacia chiusa ormai dallo scorso novembre e garantire una maggiore presenza del medico su tutto il territorio comunale, aiutare le persone disagiate, migliorare i collegamenti (trasporto) tra Cappadocia e le sue frazioni e i paesi vicini e ascoltare tutte le esigenze dei cittadini.Questi e tanti altri sono i punti del nostro programma, un programma semplice che punta al cambiamento.

La forza delle idee per il cambiamento – continua Lorenzin – è lo slogan che ha contraddistinto la nostra voglia di metterci in gioco per un futuro migliore per Cappadocia ed i cappadociani.

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.