Il Jobs Act non funziona, crollano i contratti a tempo indeterminato

0

governo(MeridianaNotizie) Roma, 21 maggio 2017 – Forte frenata della crescita dei posti ‘fissi’ che nel I trimestre sono ammontati a 17.537, decisamente in calo rispetto ai 41.731 dello stesso periodo del 2016. Come rivelano i nuovi dati Inps si tratta di un decremento del 58%. Nel dettaglio nel I trimestre, i nuovi rapporti di lavoro che riguardano assunzioni a tempo indeterminato sono stati 310.004 in calo del 7,6% rispetto al I trimestre 2016 (335.664). Giù anche le trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti a termine: -3,1%. Sono stati infatti 68 mila nel I trimestre, contro i 70.147 del I trimestre 2016. Cala anche il numero degli apprendisti trasformati a tempo indeterminato: in questo caso, il decremento è ancora più consistente (-17,3%). Sono stati infatti 20.862 contro i 25.237 del I trimestre 2016. Le cessazioni sono state invece 381.329 nel I trimestre dell’anno, e sono state 389.317 nel I trimestre 2016. I rapporti a tempo indeterminato, come differenza tra i nuovi e le cessazioni, ammontano cosi’ a 17.537 contro i 41.731 del I trimestre 2016. Nel 2015, nello stesso periodo, furono 214.765. A marzo le domande di disoccupazione crescono su base annuale: nel mese sono state presentate 15 domande di ASpI, 4 domande di mini ASpI e 109.823 domande di NASpI. Nello stesso mese sono state inoltrate 353 domande di disoccupazione e 1.139 domande di mobilita’, per un totale di 111.334 domande, il +12% rispetto al mese di marzo 2016 (99.435 domande). Nel mese di aprile il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 23,9 milioni, in diminuzione del 58,1% rispetto allo stesso mese del 2016 (57,0 milioni). Il calo rispetto a marzo e’ stato del 38,9% (39,1 milioni di ore chieste). Lo rende noto l’Inps. Nei primi quattro mesi dell’anno sono stati chiesti 129 milioni di ore di cassa integrazione nel complesso con un calo del 43% rispetto allo stesso periodo del 2016.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Share.

Comments are closed.