Elezioni, M5s al ballottaggio a Guidonia ed Ardea. A Cerveteri trionfo al primo turno per Pascucci

0

(MeridianaNotizie) Roma, 12 giugno 2017 – E’ una provincia di Roma a macchia di leopardo quella che viene fuori da questa tornata di elezioni amministrative. Ventitre comuni al voto, di cui nove sopra i 15.000 abitanti. Tra questi ultimi solo uno assegnato al primo turno. Plebiscito infatti a Cerveteri dove il verde Pascucci viene confermato sindaco con il 57% dei voti. Solo in due casi su otto il Movimento Cinque Stelle conquista il ballottaggio (Guidonia ed Ardea), ma in entrambi i casi parte in svantaggio. Centrosinistra in vantaggio a Guidonia, Ardea, Ladispli, Grottaferrata. Centrodestra avanti a Fonte Nuova, dove, a spoglio ancora in corso, il candidato M5s potrebbe ancora andare al ballottaggio. Per il resto è il trionfo dei civici. Il test più atteso a Guidonia dove il candidato del Movimento Cinque Stelle, Michele Barbet, conquista il ballottaggio ma conta ben sette punti di distacco da Emanuele Di Silvio. Il centrodestra diviso si piazza dietro il civico Aldo Cerroni che il cui oltre il 19% dei voti sarà decisivo tra due settimane. Movimento Cinque Stelle al ballottaggio anche ad Ardea dove lo spoglio è molto in ritardo. Il candidato Alfredo Cugini, che metteva insieme una serie di liste civiche legate a Pd, ma anche al centrodestra, appare però lontano dal 50%. Ballottaggio a Frascati, dove Lello Agnozzi parte in vantaggio contro Roberto Mastrosanti. Bocciatura per Lucia Santoro Movimento Cinque Stelle e Mirko Fiasco, civico. Vittoria al primo turno a Cerveteri, dove si conferma il verde Pascucci, con oltre il 57% dei voti. A Ladispoli ballottaggio tra Marco Pierini, centrosinistra, e Alessandro Grando, centrodestra che precede il candidato del Movimento Cinque Stelle. Lontana la candidata di Forza Italia Asciutto. Verso il ballottaggio anche Grottaferrata dove Stefano Bertuzzi del centrosinistra, insegue Luciano Andreotti. Male il Movimento Cinque Stelle. Incerta la situazione a Fonte Nuova, dove Presutti e Di Buò, entrambi centrodestra, appaiono in vantaggio rispetto al candidato del Movimento Cinque stelle Alessandro Buffa. Lo spoglio è ancora in corso. Nei comuni sotto i 15.000 abitanti, a Lanuvio trionfo netto per Luigi Galieti che sbaraglia, con oltre il 63%, la concorrenza di Rodolfo D’Alessio. . A Lariano vince Maurizio Caliciotti che precede Gianluca Casagrande. Male M5s, che non entra neanche in consiglio. Formello premia invece Gian Filippo Santi che prende 270 voti in più rispetto a Sergio Celestino. Staccatissima Emanuela Fiori del Movimento Cinque Stelle. A Monte Compatri vince Fabio D’Acuti che conquista 130 voti in più di Fausto Bassani. Roberto Barbetti è il nuovo sindaco di Capena. A Castel Gandolfo si conferma sindaco Milvia Monachesi. Riccardo Travaglini vince invece a Castelnuovo di Porto. Manziana e Nemi premiano il buon governo rispettivamente di Bruno Bruni e di Alberto Bertucci. Conferme anche per Sabina Granieri a Nerola e Settimio Liberati a Camerata Nuova. A Labico trionfa nettamente Danilo Giovannoli. A Torrita vince Rita Colafigli, mentre a Cicliano trionfa Massimiliano Calore.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.