Roma, albanese spara due colpi di pistola contro un uomo mancandolo

0

(MeridianaNotizie) Roma, 4 agosto 2017 – Sono le 6.50 del mattino quando arriva la prima segnalazione alla sala operativa della Questura con cui un agente della Polizia di Stato, libero dal servizio informa di aver visto un uomo sparare, senza colpirlo, due colpi d’arma da fuoco in direzione di un’altra persona in via Monte Pattino. Quando i poliziotti del reparto volanti sono arrivati sul posto, hanno subito individuato quello che è poi risultato essere il destinatario dell’agguato, mentre girovagava in via Monte Favino armato di grosso coltello seminascosto all’interno di una busta di plastica. Disarmato, l’uomo, noto alle forze dell’ordine per i suoi trascorsi giudiziari legati all’attività di spaccio di stupefacenti, è stato accompagnato negli uffici del commissariato Fidene Serpentara dove, al termine dell’attività di indagine, è stato denunciato per porto abusivo d’arma. Altre due pattuglie invece, hanno continuato le ricerche dell’autore dell’imboscata e, grazie alla descrizione fornita da alcuni testimoni, sono riusciti a bloccarlo mentre cercava di fuggire attraverso un complesso abitativo di via di Val Melaina in direzione dell’uscita di via Scarpanto. Identificato per T.D., albanese di 34 anni, con vari precedenti di polizia, è stato arrestato per tentato omicidio e associato presso il carcere di Regina Coeli. Individuato l’appartamento dove questo, era stato ospite di un conoscente fino a qualche mese prima, i poliziotti hanno proceduto alla perquisizione del locale in uso allo stesso. Lì sono state rinvenute, tra i vari effetti personali, due cartucce calibro 9×19. Nel locale lavatoio dello stesso stabile invece, dove il T.D. dorme attualmente, è stata rinvenuta la pistola, mancante delle due cartucce esplose dallo straniero. Proseguono le indagini per chiarire le motivazioni e l’esatta dinamica di quanto accaduto.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.