Cartelloni pubblicità, prosegue iter riforma. Prevista riduzione da 137mila a 62mila metri quadri

0

(MeridianaNotizie) Roma, 10 agosto 2017 – Prosegue il lavoro del Campidoglio per portare a termine la riforma dei cartelloni pubblicitari. La Giunta capitolina ha, infatti, inviato ai Municipi la documentazione completa con le risposte predisposte dai tecnici del dipartimento Sviluppo economico, Attività produttive e Agricoltura alle osservazioni presentate da cittadini e associazioni ai Piani di localizzazione dei mezzi e degli impianti pubblicitari (Pialmip), lo strumento esecutivo del Piano regolatore degli impianti pubblicitari. L’iter prevede, infatti, che l’approvazione definitiva da parte della Giunta dei Piani di localizzazione, una vera “mappa” che indica strada per strada l’esatta collocazione e dimensione dei cartelloni pubblicitari, avvenga dopo aver sentito i Municipi, nel rispetto dei principi di partecipazione e decentramento che garantiscono la trasparenza della procedura. Con il nuovo piano della cartellonistica ci sarà una riduzione degli impianti, da 137mila a 62mila metri quadrati, così da garantire maggiore decoro in tutte le aree della città. “Con questo atto, la Giunta dà impulso all’approvazione finale della riforma che consentirà di ridurre e pianificare la presenza in città dei cartelloni pubblicitari, ma anche di avere bandi trasparenti e maggiori entrate per le casse comunali. Dopo aver recepito i pareri dei Municipi, i Piani verranno nuovamente sottoposti alla Giunta per l’approvazione definitiva. Questo è un ulteriore tassello delle azioni che abbiamo predisposto per il decoro alla città, a partire dai fondi di riqualificazione dei mercati rionali, dagli atti del Tavolo interistituzionale per il rispetto delle aree di pregio, dal lavoro per il riordino del commercio su area pubblica fino alle nuove regole che disciplineranno le attività commerciali, a favore di qualità e imprese sane”, dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Share.

Comments are closed.