Roma, Stadio Olimpico: controlli bevande alcoliche, chioschi, camion bar e bagarinaggio

0

(MeridianaNotizie) Roma, 26 settembre 2017 – Dal mese di agosto in concomitanza con l’inizio della nuova stagione calcistica, il personale della Polizia di Stato – Divisione Amministrativa, diretta da Carlo Musti, ha svolto numerosi e mirati controlli straordinari, in relazione alle note problematiche dell’area del Foro Italico, al fine di far rispettare le prescrizioni imposte dall’ordinanza prefettizia, per la vendita e trasporto delle bevande alcooliche nella cosiddetta “area riservata”. Nella fattispecie, sono stati controllati unitamente a personale della Polizia Locale di Roma Capitale e dell’Ispettorato del lavoro, la totalità degli esercizi commerciali (chioschi e camion bar), che insistono sul perimetro dello Stadio Olimpico. Sono state rilevate sanzioni amministrative, circa la conservazione, la mancata tracciabilità degli alimenti, nonché per l’occupazione abusiva del suolo pubblico. In 3 esercizi commerciali, posti sotto controllo ispettivo, è stata accertata la presenza dell’oltre il 20% dei lavoratori impiegati in nero, pertanto, è stato notificato il provvedimento di chiusura degli esercizi e sono stati sanzionati i titolari per un importo di euro 1.500,00 a lavoratore, oltre alla regolarizzazione degli stessi per un importo di c.a. 7.000,00 euro a lavoratore. Inoltre, uno dei gestori è stato deferito all’A.G. competente, per aver contravvenuto al provvedimento relativo alla somministrazione di bevande alcooliche. Da ulteriori controlli, effettuati all’esterno dell’impianto sportivo, al fine di contrastare il fenomeno del “bagarinaggio”, dei parcheggiatori e dell’abusivismo commerciale, gli agenti hanno elevato sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 70.000,00 euro e sequestrate amministrativamente circa 2.000 tra lattine e alcoolici, e circa 600 pezzi tra gadget e sciarpe con marchio contraffatto.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.