Innovazione tecnologica: protocollo Campidoglio-Fastweb per 5G e wifi

0

(MeridianaNotizie) Roma, 19 settembre 2017 – Roma Capitale e Fastweb hanno siglato in Campidoglio un protocollo d’intesa per l’avvio della sperimentazione basata su tecnologie 5G e wifi, per lo sviluppo di servizi di ultima generazione da realizzare entro la fine del 2020 in alcune aree del territorio comunale. Con la sottoscrizione del protocollo Roma Capitale e Fastweb coopereranno per la definizione di progetti a partire dal 2018, in particolare nell’ambito delle applicazioni digitali per i settori “smart city” e IoT (Internet delle cose). Obiettivo, costruire una piattaforma in grado di supportare servizi e applicazioni nei campi della mobilità intelligente, della “sensoristica”, dell’industria più avanzata (4.0), del turismo, della videosorveglianza. Si intende così arricchire l’ “ecosistema digitale della città”, cogliendone le priorità strategiche di sviluppo e trasformandola in un laboratorio di innovazione digitale. Le reti mobili di quinta generazione, le cosiddette reti 5G, sono reti “convergenti”, in cui la differenza tradizionale tra rete fissa e mobile tende a sfumarsi: le antenne radio-mobili utilizzate in una rete 5G raggiungono una densità molto superiore a quella delle reti attuali e sono interamente collegate con fibra. In questo modo le prestazioni della rete raggiungono livelli di gran lunga superiori a quelle del 3G e del 4G e sono assimilabili a quelle delle reti fisse. La quinta generazione di reti aumenterà enormemente la velocità di connessione mobile, con abbattimento a pochi secondi del tempo necessario per il download di file di grandi dimensioni. Grazie all’intesa raggiunta Roma si candida a diventare una delle prime città in Europa a disporre di collegamenti in 5G e a ricoprire un ruolo di punta nel panorama nazionale dei servizi ad altissima connettività. I servizi che trasformeranno il modo di vivere lo spazio urbano e domestico. Con la sottoscrizione dell’accordo, Fastweb si impegna a progettare e a realizzare le infrastrutture di rete necessarie per lo sviluppo dei nuovi servizi digitali, implementando così anche nuovi collegamenti alla rete Internet a banda ultralarga. A questo fine Roma Capitale si rende disponibile a fornire tutte le informazioni in suo possesso riguardanti le infrastrutture civili che rientrano nella propria disponibilità. L’avvio della sperimentazione 5G prevede inoltre l’integrazione con il wifi sul territorio. L’annuncio dell’accordo giunge all’indomani del lancio di Fastweb a Roma della connettività a 1 gigabit in download, 10 volte superiore a quella attuale, e fino a 200 megabit in upload, e dell’accordo tra Fastweb e il Comune, nell’ambito della Convenzione Sistema Pubblico di Connettività, che prevede il potenziamento della rete a banda ultralarga per la Pubblica Amministrazione. “Sono particolarmente orgogliosa di annunciare che Roma sperimenterà la rete 5G e che lo farà avvalendosi delle tecnologie e degli standard più evoluti sotto il profilo della riduzione dell’impatto ambientale e dell’ottimizzazione dell’efficienza energetica”, dichiara lla sindaca Virginia Raggi. “L’accordo che sigliamo oggi manifesta la nostra volontà di facilitare gli investimenti in infrastrutture e innovazione per creare un ecosistema fertile all’insediamento di nuove imprese sul territorio. La nostra è una città che, consapevole della sua storia e delle sue tradizioni, abbraccia con entusiasmo il futuro”.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.