Raggi, al via anno educativo nidi, molte e importanti novità. Anticipate le graduatorie, più personale qualificato

0

ASILO(MeridianaNotizie) Roma, 4 settembre 2017 – È ripartita il 1° settembre l’attività degli asili nido, all’insegna di alcune importanti novità. Le iscrizioni, e quindi le graduatorie, sono state anticipate rispetto agli anni scorsi di circa un mese, in modo da garantire maggiore programmazione alle famiglie. Viene garantita un’offerta educativa di qualità attraverso personale qualificato, che risulta potenziato da circa cinquecento nuove stabilizzazioni realizzate. Sin dall’inizio dell’anno educativo è possibile usufruire della possibilità di somministrare ai piccoli il latte materno, dando attuazione ad una delibera approvata dal Assemblea Capitolina. Rafforzata l’integrazione del sistema pubblico-privato grazie all’attività di programmazione, la geolocalizzazione delle strutture sul territorio ed un confronto costante con gli operatori delle strutture private. “Auguro a tutte le famiglie il miglior inizio di anno possibile. Abbiamo organizzato un servizio all’insegna della programmazione e della qualità, assicurando la piena funzionalità del sistema integrato pubblico-privato. Abbiamo messo a punto tutte le misure e gli interventi affinché domanda e offerta si incontrino nel modo più efficace possibile per l’utenza”, spiega la sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi. “Puntiamo su un nido pubblico di qualità, e per fare questo abbiamo già stabilizzato gli insegnanti ed avviato un’ampia attività di formazione per gli educatori, che si traduce in aumento della qualità per i bambini. Siamo ben consapevoli inoltre del ruolo che gioca la scelta di un nido per una famiglia, ed è per questo che abbiamo lavorato per anticipare le graduatorie e garantire quindi alle famiglie maggiori spazi di programmazione”, sottolinea l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, Laura Baldassarre. “Abbiamo lasciato a tutte le famiglie piena libertà di scelta” evidenzia la presidente della Commissione Capitolina Scuola Maria Teresa Zotta, “È stata inoltre garantita la continuità territoriale, rimuovendo i vincoli del passato: per la prima volta si è potuta presentare richiesta per asili ricadenti in altri Municipi rispetto a quello di residenza o a quello della sede di lavoro di uno dei due genitori, ma anche per nidi convenzionati situati ad una distanza pari o inferiore a trecento metri dalla residenza. Auguro buon anno a tutte le famiglie e buon lavoro a tutti gli educatori e a tutte le educatrici”, conclude.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.