Riqualificazione periferie, per ex GIL Ostia restauro e nuove funzioni. Gli altri progetti in cantiere

0

(MeridianaNotizie) Roma, 11 settembre 2017 – Il Bando firmato da Roma Capitale, Ministero della Giustizia, Regione Lazio e Commissione Straordinaria del Municipio X l’accordo di collaborazione per ristrutturare il complesso e adibirlo a nuovi usi. “Trasformeremo l’ex GIL in una vera e propria cittadella della legalità”, commenta la sindaca Virginia Raggi. “Trasferiremo nella struttura gli uffici della Polizia Locale del X Gruppo Mare, i nuovi uffici del Giudice di Pace e il Centro di Controllo Sicurezza Urbana ‘Smart City’. Recupereremo così 1 milione e duecentomila euro di affitto passivo che saranno investiti nel territorio, per opere di prevenzione e messa in sicurezza contro il dissesto idrogeologico. L’ex GIL da simbolo di degrado si trasformerà in simbolo di ritrovata legalità”. Il Campidoglio può contare su 18 milioni di euro per attuare il progetto denominato De.Si.Re. – Decoro, Sicurezza, Resilienza nella periferia romana: un programma di azioni che puntano a ricucire il tessuto urbano della Capitale, recuperare spazi pubblici di quartiere, restituire alla città luoghi abbandonati e realizzare servizi di mobilità sostenibile. Tra questi le maggiori risorse saranno destinate alla riqualificazione dell’ex GIL, seguita da interventi a Corviale e San Basilio. I progetti finanziati dal “bando periferie” che saranno attuati a Corviale: completamento della scuola di via Marino Mazzacurati; nuovo arredo urbano di viale Ventimiglia; riqualificazione del parco in via dei Sampieri. A San Basilio: riqualificazione viabilità, parcheggio e verde pubblico in piazza San Cleto e via Nicola Maria Nicolai; realizzazione di un parcheggio pubblico a raso di 2.322 metri quadri di superficie su via Nicolai. Tra le novità in cantiere c’è poi un progetto di promozione della mobilità dolce in 15 scuole della Capitale. Obiettivi: sicurezza degli accessi alle scuole e delle fermate bus; promozione degli spostamenti a piedi (Pedibus) e in bicicletta (Bike to school) per raggiungere le scuole primarie; formazione degli alunni su sicurezza stradale e mobilità sostenibile.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Share.

Comments are closed.