Esomeditazione, dottor Vittorio Paola: un rimedio per l’anima e il corpo

0

Esomeditazione, dottor Vittorio Paola: un rimedio per l’anima e il corpo

(MeridianaNotizie), Roma,16 ottobre 2017-  << L’Esomeditazione? Si tratta – per il dott. Vincenzo Paola – di un tipo di meditazione trascendente basata non  solo sulle tecniche classiche di rilassamento e respirazione ma soprattutto sull’ascolto e sul recepimento energetico di suoni particolari che fanno riferimento alle vibrazioni prodotte da antichi Mantra e da campane ottenute con la fusione di molti metalli con tecniche particolari. Questi suoni, chiamati frequenze Divine, selettivamente hanno il potere di controllare le emozioni personali e di attivare alcuni centri energetici presenti nel nostro corpo e corrispondenti al centro dei  Chakra principali. Questi oggetti che cantano, così erano definiti, venivano costruiti da maestri che ne custodivano il segreto. Oggi con i computer, i programmi che generano frequenze precise, gli oscillatori al quarzo, e i software di editing audio, è possibile  ottenere gli stessi risultati con meno fatica e con più precisione. Di contro va detto che dal punto di visto filosofico e spirituale, la difficoltà degli antichi fungeva da filtro  per chi ancora non era pronto a vivere alcune esperienze e non riusciva a superare le iniziali difficoltà>>. La facilità del mezzo di oggi ha escluso questo filtro, infatti è  facile realizzare file audio molto complessi che simulano perfettamente suoni e frequenze armoniche in grado di smuovere le stesse antiche energie. Quindi mentre prima il non iniziato si scoraggiava e smetteva subito oggi può subito entrare in possesso di ciò che gli serve per iniziare a sperimentare.  Le frequenze che si ascoltano con la esomeditazione sono prodotte dallo stesso Dott. Vittorio Paola ed inserite in brani comuni e introducono armoniche, in spazio e tempo, tali da attivare i centri energetici in sequenza corretta e funzionale. Non esiste nessuna controindicazione ne tanto meno pericolo. La esomeditazione consiste, dunque nell’ascolto in risonanza con alcune frequenze specifiche trattate in un modo particolare. Possiamo dire che queste frequenze in prima battuta servono a pulire non solo i nostri livelli energetici, ma anche i canali di congiunzione con la Terra e con  l’Universo, per ristabilire un perfetto accordo con i vari livelli sottili. La esomeditazione – precisa il Dott.Vincenzo Paola –  pone in perfetta risonanza l’onda acustica cardiaca con la R. S. a 7,83 Hz. Ad esempio fare esomeditazione con Amore vuol dire emettere una serie coerente di Campi armonici , la cui oscillazione di riferimento si aggira – di nuovo – intorno ai 7,8 Hz (frequenza della terra). Essere “sfasati” rispetto al Campo Vibrazionale della Madre Terra significa porre le basi della malattia e della disarmonia comportamentale. Viceversa, la guarigione interviene quando si ristabilisce, nell’energia sottile del paziente, un’attività cerebrale che ritorna nella condizione fondamentale (7,8 Hz), ossia negli stati mentali alfa-teta. Possiamo immaginarci l’Universo come una Grande Arpa, in cui sono contenute tutte le note possibili di ogni dimensione. La materia è vibrazione. Tutto ciò che esiste nel cosmo suona, e gli esseri viventi, presenti sulla Terra, emettono delle vibrazioni particolari, calcolabili ed osservabili. Perciò, nell’Egitto arcaico, la principale divinità Iside, sposa di Osiride, era la “Signora del Sistro”, mentre Apollo possedeva la Lira a Sette corde (giorni) ed Orfeo muoveva ogni cosa o ammansiva le fiere col suo canto e la cetra. Esiste oggi, nel campo della fisica della materia, la teoria  delle Super corde, che presuppone un super spazio ad undici dimensioni. In alto, ossia nel Senza Forma, nel Senza Vento e nel Senza Tempo, vi è il Corpo Igneo, la fucina della materia incandescente, dalla quale si sprigionano i neutrini e tutte le microparticelle che, dal passato e dal futuro, conformano l’Universo visibile ed udibile: lo Spazio-Tempo. La Matrix dell’uomo materiale e del pianeta Terra, oltretutto, è uno dei tanti infiniti mondi. Pensare che esso sia il solo esistente, sarebbe come immaginare che in musica ci sia un unico accordo, un solo compositore, un solo strumento. Ma la fisica e la scienza ufficiale, finalizzate al plagio mentale, affermano proprio questo: il 5% del visibile e decodificabile con apparecchiature ad una sola banda di frequenze è l’unica dimensione possibile. Questo è un vero e proprio monoteismo scientista, ormai superato anche nel campo delle religioni. Siamo immersi in un campo oscillatorio infinito come le innumerabili armoniche musicali che si sprigionano da un unico suono di base. Di questo campo noi percepiamo solo le onde a noi più vicine. L’immensa sinfonia cosmica c’invia illimitati messaggi acustici, di cui noi ascoltiamo solo alcuni, filtrati dall’antenna ricettiva del nostro pianeta, sintonizzata solo su alcune frequenze. Se tutto, nel mondo visibile ed invisibile, è vibrazione, bisogna pertanto ragionare in termini di oscillazioni e di campi di interferenza che creano ogni cosmo risuonante a molteplici livelli. Perciò nella musica sono contenuti i principi della vita, della guarigione e dell’armonia, della fisica moderna e, pertanto, della fisica quantistica. Tutto nell’universo vibra. Ogni campo organizzato e gli elementi che lo compongono sono in uno stato di movimento continuo, ossia in uno stato di vibrazione e ciò che noi percepiamo scaturisce dalle interferenze tra le frequenze più veloci e quelle più lente. Di queste interferenze, noi abbiamo una impressione riflessa, una sorta di risultante fonica totale di micro e macro oscillazioni, che strutturano l’universo olografico, ovvero una totalità di eventi, di cui le apparecchiature scientifiche, finalizzate alla misurazione delle quantità fisiche, rilevano solo lo specchio d’acqua di un abisso infinito. La pratica della esomeditazione per il dott. Vittorio Paola rappresenta un percorso di autoconoscenza e crescita psichica e spirituale. Ha la funzione di stabilire un contatto consapevole con altre dimensioni e con se stessi attraverso un dialogo costantemente rinnovato nella pratica giornaliera.  La meditazione, già dai primi esercizi, almeno sul piano fisico, produce evidenti effetti positivi e per questo sono state sviluppate tecniche che focalizzano la loro attenzione esclusivamente su questi risultati pratici, veloci e concreti, perdendo di vista il vero scopo della meditazione classica.  Tra gli effetti immediati della pratica esomeditativa, come già detto, si riscontrano la diminuzione di tensioni, ansie, angosce e la regressione della paura, maggior equilibrio e stabilità emotiva. La meditazione poi, riducendo la tensione psico-emotiva, influisce positivamente sulle dipendenze (alcol, fumo, droghe…), sul miglioramento del rendimento, sul potenziamento delle abilità di problem solving, la memoria, l’apprendimento. La pratica esomeditativa, in molti casi, si è dimostrata valida anche come terapia o supporto alle terapie tradizionali di sofferenza fisico-psichica.

Le fasi di una seduta esomeditativa sono le seguenti:

  • rilassamento fisico con ascolto di musiche lente, ripetitive e ipnotiche con subtoni a 171 Hz
  • Inizio di un pre rilassamento mentale con l’ausilio di vibrazioni a bassa frequenza che trasferiscono alcune forme energetiche all’intero corpo. I Suoni a questo livello non vengono tradizionalmente ascoltati tramite le orecchie ma vengono recepiti come vibrazione dall’intero corpo
  • Inizio del viaggio simbolico per la comunicazione con l’inconscio. A tal fine le musiche saranno come la colonna sonora di un viaggio in luoghi reconditi dell’anima dove risiede la parte migliore di ciascuno di noi. Si possono Attraversare foreste parlanti, mari popolati da creature marine e monasteri tra le nuvole del cielo. Il nostro fanciullo interiore sarà felice e noi di conseguenza. La creatività simbolica  servirà per attivare gli assi biochimici del piacere e dell’amore.
  • Raggiungimento della Soglia della propria coscienza, soglia da attraversare con un atto di autodeterminazione volontaria a volere andare avanti
  • A questo punto iniziano una serie di stimolazioni sonore per il dopo soglia, dove si ricevono le immagini, i suoni e le informazioni in genere, di natura simbolica, che rappresenteranno il vero senso della esperienza. In questa fase il soggetto esomedita da solo con le musiche e senza guida del facilitatore, perché i contenuti dell’inconscio diventano personali ed individuali . Non hanno senso infatti le meditazioni trascendenti guidate fino alla fine da un operatore che suggerisce modelli e visioni perché i contenuti oltre la soglia sono strettamente personali e quindi nessun suggerimento può condurre verso la giusta sensazione.
  • Risveglio e conservazione della esperienza.

La esomeditazione è un viaggio. Un viaggio che ha come meta una parte profonda che teniamo nascosta e non accessibile. Un viaggio che conduce alla scoperta di questa parte di noi tenuta ben nascosta, dove risiedono ansie e paure nuove ed antiche. Il percorso che si segue facendo esomeditazione serve a ritrovare il senso di ciò che si è perduto e trovare connessione con l’Universo, poichè solo la sua piena comprensione è necessaria, essendo l’origine di tutte le altre, a trovare la verità. Non sorgiamo più dal nulla o dall’assurdo, ma dall’amore e verso l’amore andiamo. Se la nostra ultima tappa sarà l’ascolto di ciò che l’Universo dice di se stesso, è certamente bene che si inizi a trascendere verso di esso con sana comprensione e centratura spirituale: gli scienziati contemporanei e filosofi hanno offerto prospettive illuminanti in questo ambito. L’Universo ci parla e comunica con noi attraverso la Creazione e i suoi elementi e riflette la sua presenza in ogni cosa che ci circonda, piccola o grande che sia: organismi viventi invisibili che possono influenzare la vita di “giganti” come noi, i tramonti, un mare in tempesta, l’ordine cosmico sono solo pochi esempi.Il viaggio a volte può essere difficile e si ha la tentazione di fermarsi per riposare, ma il riprendere con più vigore ci farà comprendere sempre più e progressivamente, cose nuove che non conosciamo di un altro mondo, di altre dimensioni. La ragione sarà ricollocata al posto che le compete, di mera guida terrena e le strade fino ad oggi separate, finalmente, si ricongiungeranno. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito internet www.aiutonaturale.it

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.