Operazione antimafia: colpo al clan Rinzivillo, 37 arresti

0

(MeridianaNotizie) Roma, 4 ottobre 2017 – Nell’ambito della operazione antimafia la D.D.A. di Caltanissetta ha ottenuto il sequestro preventivo di due compendi aziendali, di partecipazioni di tre società, denaro contante e un’autovettura di grossa cilindrata, per un ammontare complessivo di circa 11 milioni di euro. Dalla Sicilia alla Capitale, allungando i tentacoli della mafia non solo in diverse città strategiche del Bel Paese, ma anche in Germania, sino ad arrivare a tessere contatti negli Stati Uniti. Affari trasversali che andavano dal traffico internazionale di stupefacenti, alle estorsioni passando per il mercato edilizio. Ma anche detenzione illegale di armi, riciclaggio e autoriciclaggio, intestazione fittizia di società al fine di eludere la normativa antimafia in materia di misure di prevenzione patrimoniali. La mano della Mafia anche sul mercato alimentare, con particolare interesse per quello ittico e per quello ortofrutticolo. Il tutto con metodi di stampo mafioso. A gestire gli affari di Cosa Nostra una famiglia mafiosa di Gela, nella sua articolazione territoriale denominata clan Rinzivillo. A smantellare la pericolosa organizzazione mafiosa Finanza, Polizia e Carabinieri al termine di una complessa Operazione denominata “Druso ed Extra Fines”. Il blitz alle prime luci dell’alba di oggi con 37 arresti, fra i quali il boss Salvatore Rinzivillo, assieme e lui decine di sodali ma anche un avvocato del Foro Romano e due appartenenti alle forze dell’ordine, tutti raggiunti dall’ordinanza di custodia cautelare, coordinata dalla Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo e disposta dalle Direzioni Distrettuali Antimafia di Roma e di Caltanissetta, nei confronti dell’associazione mafiosa Cosa Nostra. 600 operatori di polizia, appartenenti al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, alla Questura di Caltanissetta, al Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma nonché alla Polizia Criminale di Colonia (Germania), hanno infatti eseguito due ordinanze di custodia cautelare (in carcere e ai domiciliari), nei confronti di 37 soggetti, affiliati al predetto clan mafioso ovvero responsabili di plurime condotte criminali aggravate dal metodo mafioso.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.