Roma, chiuso un locale per motivi di igiene e sequestrato un circolo privato

0

(MeridianaNotizie) Roma, 3 ottobre 2017 – Continuano senza sosta i controlli amministrativi della Polizia di Stato a Porta Maggiore, finalizzati al contrasto della criminalità diffusa. Sono 110 le persone e 20 i veicoli controllati nella sola giornata di ieri. Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di zona, con la collaborazione dei poliziotti della Divisione Polizia Amministrativa, personale della SIAE e ispettori sanitari della Asl, hanno effettuato mirati servizi di controllo di attività commerciali volti a contrastare oltre che l’abusivismo commerciale anche lo spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’ambito di tale attività di controllo, sono stati apposti i sigilli ad un locale in via Casilina, a causa delle gravi carenze igienico sanitarie. In via Anassimandro invece, un circolo privato, è stato sottoposto a sequestro preventivo ed i titolari sono stati denunciati per disturbo alla quiete pubblica. Il locale infatti, che formalmente doveva essere un’associazione culturale, altro non era che una discoteca abusiva. Nell’ambito dei controlli amministrativi, sono state elevate sanzioni per 17 mila euro. Sul fronte della prevenzione e repressione dell’attività di spaccio, al Pigneto, gli agenti del commissariato Porta Maggiore, hanno arrestato un guineano mentre, vendeva marijuana ad italiano all’interno dell’area pedonale.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.