Concorso Chopin “Roma”, lunedi la finale al “Quirino-Vittorio Gassman”

0

(MeridianaNotizie), Roma, 1 dicembre 2017 – Mancano due giorni alla serata finale del Concorso Chopin “Roma”, in programma lunedi 4 dicembre al teatro “Quirino-Vittorio Gassman”, con ingresso gratuito fino a esaurimento posti. La manifestazione, giunta alla ventisettesima edizione, è nata da un’idea del Maestro Marcella Crudeli ed è stata portata avanti negli anni grazie all’Associazione Culturale Fryderyk Chopin in partnership con la Fryderyk Chopin Organizzazioni Musicali e la Fondazione Cuomo. Sono 105 i pianisti, quest’anno, provenienti da ogni angolo della Terra, pronti a contendersi la palma del migliore e radunati in questi giorni al Chiostro di San Giovanni Battista dei Genovesi. E’ un concorso – l’unico in Italia – che premia specialmente i giovani, basti pensare a chi ha appena vinto, nel corso delle selezioni di questi giorni, le prime quattro categorie in calendario: la quindicenne russa Elena Kolesnikova la sezione “A” (solisti nati dal 1998); la ventiquattrenne italiana Ludovica De Bernardo, che ha conquistato la sezione “B” (solisti nati dal 1992); i fratelli tedeschi Vincent e Sophie Neeb (19 e 17 anni), che hanno vinto la sezione “Duo a quattro mani” (nati dal 1983); e le polacche Dominika Grzybacz e Klara Kraj (22 e 21 anni), che hanno vinto la sezione “Duo su pue pianoforti” (nati dal 1983).

Per la cronaca l’edizione 2017 vede protagonisti provenienti da Argentina, Armenia, Australia, Austria, Cina, Corea, Croazia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Italia, Messico, Olanda, Polonia, Portogallo, Serbia, Spagna, Svizzera, Taiwan, Turchia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Stati Uniti, Ungheria. Nella serata di lunedi, presentata dalla giornalista Rai Sonia Sarno, saranno premiati i vincitori di 5 categorie in gara: solisti fino a 19 anni di età e fino a 25; in duo a quattro mani su un pianoforte e su due pianoforti e i solisti del Premio “Chopin”, reduci da quattro prove vissute di fronte alla giuria composta da rappresentanti del mondo musicale internazionale. Saranno accompagnati dall’orchestra sinfonica “Nova Amadeus” di Stefano Sovrani, diretta dal Maestro Nicola H. Samale. Particolare attenzione viene data a talenti dell’Europa dell’Est, grazie all’istituzione di un premio speciale da parte della Fondazione Cuomo, il cui motto è “The Art of Education is the Education of the Heart”. La Fondazione Cuomo, principale sostenitore del concorso da 13 anni, si muove grazie all’impegno della Presidente Maria Elena Cuomo, che contribuisce in maniera determinante alla realizzazione della manifestazione. Una sinergia suggellata nel corso alla presentazione del concorso, avvenuta in Campidoglio, con una lettera scritta dalla stessa dottoressa Cuomo in cui si legge che “il legame fra Fondazione Cuomo e premio Roma è diventato indissociabile”. Da sottolineare anche la novità legata alla prossima edizione, incastonata nell’incontro mondiale delle 46 associazioni che legano il loro nome a Chopin. Il concorso “Roma” fa parte dell’Alink Argerich Foundation, organizzazione mondiale che comprende i 130 concorsi pianistici più importanti del pianeta e rappresenta l’Italia nell’ambito dell’International Federation of Chopin Societies di Varsavia. Tanti i partner e i sostenitori del concorso: Poste Vita S.p.A., l’Ambasciata della Repubblica di Cina (Taiwan) presso la S. Sede, Eko Music Group, Angelo Fabbrini Pianoforti (fornitore ufficiale dei pianoforti Bechstein utilizzati al concorso), il dottor Aldo Imerìto della Ecotec Group, la presidente del Rotary Club Roma Ovest Marina Curti, la dottoressa Palma Caioni Jacobelli dell’Inner Wheel Club Roma Romae, la professoressa Liliana Gallo Montarsolo, la Marchesa Liana Locatelli e la figlia Laura, la signora Mariella Racchi Trucchi, presidente dell’Associazione Caritativa Lasalliana “S. Vincenzo de’ Paoli”; e ancora Adolfo Tagliero, le famiglie Donzelli e Zampini, Paolo e Paola Spigarelli, Caterina Valente, l’Accademia Europea Sordi e la presidente Laura Santarelli, Maurizio Zollo e Claudio Papa, titolare di “DolceAmaro”. Il vincitore del Premio “Chopin” sarà invitato a tenere concerti in importanti festival in Italia ed all’estero. Premi di rappresentanza sono assegnati anche dal Presidente del Senato della Repubblica e dal Presidente del Consiglio dei Ministri, mentre altri riconoscimenti saranno offerti agli altri vincitori dal Consiglio e dalla Giunta Regionale del Lazio e dall’Assemblea Capitolina di Roma Capitale, patrocinatori dell’evento, insieme alla Camera dei Deputati, ai Ministeri degli Affari Esteri e dei Beni e delle Attività Culturali.

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.