Catania, sequestro di beni del valore di oltre 41 milioni di euro

0

(MeridianaNotizie) Roma, 11 gennaio 2018 – La Questura di Catania ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro ai fini della confisca disposto dal Tribunale di Catania – Sezione Misure di Prevenzione – nei confronti di Michele Guglielmino, 48 anni, pluripregiudicato, orbitante nell´area di influenza della cosca “Cappello”, sottoponendo a sequestro preventivo numerosi beni mobili, immobili ed imprese nell´ambito della grande distribuzione alimentare per un valore stimato di circa 41 milioni di euro. 13 supermercati (a marchio G.M.) dislocati a Catania e in provincia; un distributore di carburanti; terreni edificabili, ville, automobili e conti correnti e rapporti bancari questi ultimi per un valore di 250.000 euro sono i beni illecitamente conseguiti ed aggrediti dal provvedimento di sequestro che scaturisce da una dettagliata proposta avanzata dal Questore di Catania, in accordo con la Procura della Repubblica, al locale Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione, per l´applicazione di una misura di prevenzione personale e patrimoniale ed è il frutto di un articolato disposto investigativo condotto da un gruppo di lavoro integrato tra il personale della Divisione Polizia Anticrimine e quello della Squadra Mobile di Catania, con il coordinamento del Servizio Centrale Anticrimine. Michele Guglielmino, chiamato “Michele da Gesa”, pregiudicato, ritenuto soggetto socialmente pericoloso, già particolarmente attivo nel traffico degli stupefacenti, per le cui condotte ha subìto severe condanne definitive e che, in virtù della sua “vicinanza” al clan mafioso “Cappello”, desunta anche dal contesto famigliare e ambientale di riferimento e dalle dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia, si è distinto nella capacità di inserirsi nel mercato della grande distribuzione di generi alimentari, reimpiegando il denaro, provento delle attività illecite, nell´acquisto di beni e nella costituzione di numerose attività commerciali, tutte a lui riconducibili. A suo carico è stata anche richiesta l´applicazione della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di P.S.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.