Roma, dà fuoco alla porta di casa della ex: 62enne sardo fermato dalla Polizia

0

(MeridianaNotizie) Roma, 15 febbraio 2018 – E’ stato bloccato all’aeroporto di Fiumicino dalla Polizia di Stato mentre stava per imbarcarsi su un volo diretto in Sardegna. 62 anni, di Cagliari, l’uomo, poche ore prime, aveva incendiato la porta dell’appartamento della sua ex compagna. Non rassegnandosi infatti alla fine della relazione sentimentale, G.S., queste le sue iniziali, era giunto da Cagliari la mattina, presentandosi presso l’abitazione della donna. Le resistenze di quest’ultima a farlo entrare in casa, invitandolo ad andar via, hanno scatenato l’ira dell’uomo il quale, dopo averla pesantemente minacciata, si è allontanato per tornare dopo qualche minuto e svuotare una intera tanica di benzina sulla porta, appiccando l’incendio. Con l’aiuto dei vicini la donna è riuscita ad uscire mettendosi al sicuro, mentre l’uomo è fuggito. Sono stati gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura ad intervenire, a seguito della segnalazione diramata via radio dalla Sala Operativa. I poliziotti hanno ricostruito con la vittima quanto accaduto; la donna ha raccontato di aver avuto una relazione sentimentale con l’uomo, e di aver vissuto per qualche mese con lui a Cagliari. L’interruzione del rapporto era avvenuta per il comportamento violento del 62enne il quale, peraltro, aveva già in passato subito denunce per maltrattamenti da un’altra sua ex compagna. Immediate le indagini per riuscire a rintracciarlo. Conoscendo la sua provenienza, ed intuendo potesse far ritorno in Sardegna, gli agenti dell’UPGSP hanno avvisato gli uffici di polizia negli aeroporti della Capitale, diramando la sua fotografia; infatti, poco dopo, l’uomo è stato individuato dagli agenti della Polaria di Fiumicino, proprio mentre stava per salire su aereo diretto a Cagliari. Una volta identificato, e terminati gli accertamenti del caso, G.S. è stato accompagnato in carcere; dovrà rispondere per i reati di incendio doloso e minacce.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.