Colleferro, Gobbo(M5S): quando la politica calpesta cittadini e ambiente

0

(MeridianaNotizie), Roma 26 febbraio 2018 -“Giovedì scorso  ho partecipato con estremo piacere ad un incontro organizzato dagli attivisti del meetup Colleferro 5 Stelle, che mi hanno voluto accompagnare a toccare con mano la realtà che vivono ogni giorno.Sebbene ogni visita presso i luoghi della nostra Regione rappresenti per me occasione di crescita e di arricchimento, tornare a Colleferro aveva un significato diverso. Tale luogo infatti incarna un ricordo della mia infanzia, quando il sabato partivo con la mia famiglia per raggiungere i nonni paterni a Ferentino. Conservo nitide le sensazioni di ammirazione quando, passando per Colleferro, mi immergevo nella bellezza della campagna circostante, nei paesaggi rurali poco contaminati dalla cementificazione che avrebbe sconvolto da lì a pochi anni i nostri territori.Tornarci dopo circa 35 anni mi ha lasciato una tristezza estrema. I ragazzi del gruppo mi hanno fatto visitare luoghi familiari, tra i quali le campagne di un tempo ed il cementificio, e mi hanno mostrato stabilimenti di fabbriche ormai in disuso che sembrano “mostri” nel contesto urbano. Mi hanno condotto nei pressi degli inceneritori e, ciliegina sulla torta, presso la famosa discarica di Colleferro, che si trova sul lato opposto di una scuola. Un contesto grigio, pesante, assolutamente inaccettabile per la tutela della salute, dell’ambiente e della qualità della vita della cittadinanza.La mia amarezza è sfociata in tristezza quando, chiedendo notizie riguardo la Selva di Paliano, meraviglioso parco dall’enorme valore naturalistico, sono stata accompagnata davanti ad una sbarra chiusa. La Selva versa in uno stato di degrado e abbandono: un luogo dalle potenzialità enormi, un sito in cui i bambini potrebbero veramente divertirsi scoprendo le bellezze della natura, ridotto a morire nell’incuria umana.Tanti sono stati i pensieri che hanno riempito la mia mente durante e dopo questa visita, numerose le domande.Come può il progresso e la mente umana portare a tutto questo? Con quali criteri possono essere state prese determinate decisioni?Lo sviluppo tecnologico è un’arma potente, il progresso un fenomeno inevitabile nella crescita dell’essere
umano. Ciò che possiamo evitare sono queste situazioni inaccettabili, scegliendo in che direzione orientare il progredire tecnologico; si dovrebbe investire in ogni settore affinché il cittadino sia tutelato come principale beneficiario dell’azione politica, compatibilmente col rispetto e la tutela dell’ambiente.
E’ arrivato il momento che chi governa si relazioni direttamente con le persone che vivono le realtà locali,condividendo soluzioni e rendendo la cittadinanza partecipe di certe scelte.Qualora questa tornata elettorale si rivelasse positiva per l’impegno del #M5S, avremo gli strumenti per
contrastate ed evitare tali contesti di degrado. Mi impegno, ci impegnamo, affinché prevalga sempre il bene della collettività, restituendo dignità all’amministrazione della cosa pubblica come attività nobile e non come poltronificio per cui calpestare le problematiche dei territori pur di garantire interessi privati o di parte”.Lo scrive, in una nota su Facebook Antonella Gobbo, candidata alla Camera per il Movimento 5 Stelle  nel collegio 14 del Lazio.

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.