Elezioni, Consolo(M5S): votare Bonino equivale a votare Berlusconi

0
5

(MeridianaNotizie), Roma, 22 febbraio 2018 – “Il Collegio senatoriale di Roma Centro saprà necessariamente trovare soluzioni di equilibrio e al contempo di rinnovamento, oltre la Babele e gli slogan elettorali.
Sarebbe paradossale che proprio un collegio di questo tipo si orienti su scelte estreme optando, nell’uninominale, per un rappresentante della sovranità nazionalistica e totalmente antieuropea di Fratelli d’Italia (con un familismo integralista e restauratore), oppure affidandosi alla genericità – ingenua solo in apparenza – di Più Europa che esporrebbe il nostro Paese al rischio di sudditanza, alle logiche del dominio industriale e finanziario del nord Europa e condurrebbe all’abbandono delle ricchezze italiane, innanzitutto culturali.
L’idea della globalizzazione ultra-liberistica espone fortemente il nostro Paese al pericolo di perdere una saggia regolazione e moderazione dei flussi migratori.
L’incondizionato sostegno della Bonino all’Europa, a qualunque Europa con piena soggezione al fiscal compact e a Dublino, è davvero rischioso perché finisce per imporre all’Italia gravi e insostenibili rinunce, prima di tutto alla sicurezza ed alla sanità.
Dobbiamo invece ambire – ancor di più in un Collegio dall’elettorato molto composito e vario, ma sempre esperto ed esigente – a creare un sistema di Migliore e Diversa Europa, in grado di distinguersi dai due estremismi, avanzando una proposta personale, articolata e moderata, ma anche all’avanguardia.
Bisogna avere il coraggio delle proprie scelte e resistere alle lusinghe delle larghe intese, ma evidentemente i nostri competitor non la pensano esattamente allo stesso modo.
Con la franchezza che si impone in questo confronto, vedo infatti il voto alla Bonino una scelta che finisce per favorire Berlusconi, data la proclamata disponibilità alle larghe intese e di fatto al ritorno nel centro destra (cosa neppure nuova del resto).
Escludo che questo, al pari delle amnistie generali, della strenua difesa dei tagli agli investimenti e lo spostamento delle pensioni sempre più avanti, assomigli anche minimamente a ciò che auspica il Paese e, soprattutto, a ciò che auspicano gli elettori del Collegio uninominale di Roma1”.

Lo dichiara in una nota Claudio Consolo, candidato al Senato nel Collegio uninominale 1 del Lazio.