Sanità, Spena: a Colleferro con Parisi per denunciare il fallimento della giunta Zingaretti

0
81

“Insieme con Stefano Parisi oggi abbiamo toccato con mano i fallimenti sulla sanità della giunta Zingaretti”. A dichiararlo è Maria Spena, candidata del centrodestra alla Camera dei deputati nel collegio 14 del Lazio. “Con il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio – spiega la Spena – abbiamo infatti visitato l’ospedale di Colleferro, una struttura che potrebbe rappresentare un fiore all’occhiello per tutto il territorio, ma che invece è stata mortificata dal Partito democratico e dalle sinistre. Ad esempio- precisa la Spena-  a Colleferro da tre anni non nasce più un bambino: i reparti di ostetricia, ginecologia, pediatria e neonatologia sono stati infatti soppressi. Sono attivi solo quelli dell’ospedale di Palestrina, che dista oltre quarantacinque minuti in auto da Colleferro e dove, peraltro, non esiste alcun reparto di rianimazione. Una decisione che ha visto, giustamente, la protesta di decine di sindaci, nei confronti dei quali va tutta la nostra vicinanza e il nostro sostegno. Con Parisi al governo della Regione – prosegue Maria Spena candidata del centrodestra – correggeremo gli assurdi provvedimenti della Cabina di Regia guidata da Alessio D’Amato e voluta da Nicola Zingaretti: una cabina di regia che costa uno sproposito e ha come unico obiettivo il taglio dei servizi senza tuttavia produrre un centesimo di risparmio. Citiamo un altro dato allarmante: questo ospedale ha solo 116 posti letto, pari a 1,38 degenze ogni mille abitanti. Troppo poco: gli standard regionali ne prevedono infatti 3,3. Colleferro è a meno della metà, segno di come la sinistra abbia penalizzato questa zona della nostra bellissima regione. Il Tribunale del malato, poi, lamenta “lunghissime liste d’attesa” per un ospedale di frontiera come quello di Colleferro che ogni anno arriva a contare oltre 23mila accesi al pronto soccorso anche dalla vicina Ciociaria, soprattutto da Anagni e Alatri, i cui ospedali sono stati colpiti da duri tagli. E’ giunto il momento di dire basta – conclude l’esponente di Forza Italia – Mi impegnerò insieme con Parisi ha ridare dignità ai pazienti del Lazio e in particolare di questa zona del nostro territorio, implementando politiche sanitarie di prossimità che trattino il malato come una persona e non come un numero da sacrificare a tagli che hanno pregiudicato i servizi senza migliorare i conti. Basta con la sanità degli sprechi e dei tagli; basta con i manager nominati dal Pd. Il 4 marzo-conclude Maria Spena-  il centrodestra vincerà le elezioni politiche e regionali e anche l’ospedale di Colleferro potrà risorgere, come tutta la sanità del Lazio”.