Roma, giornata contro bullismo e cyberbullismo: convegno in Campidoglio

0

(MeridianaNotizie) Roma, 9 febbraio 2018 – Offrire spunti di riflessione e condividere informazioni ed esperienze tra i vari attori istituzionali per promuovere un percorso virtuoso di lotta al fenomeno del bullismo negli istituti scolastici e in tutti gli ambiti della società. Con questi obiettivi l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre e la presidente della Commissione capitolina Scuola Maria Teresa Zotta hanno promosso un convegno in Campidoglio in occasione della Seconda Giornata Nazionale contro bullismo e cyberbullismo. “Ragionare sul bullismo significa riflettere su una forma di violenza tra pari. È una riflessione che non si pone mai. Occorre, inoltre, una forte consapevolezza prima di tutti da parte degli adulti, a prescindere dai ruoli, perché i bambini e ragazzi imparano da noi. Noi coltiviamo abitudini, di cui spesso neanche ci rendiamo conto, e che invece inducono certi comportamenti. Il problema del bullismo è, troppo spesso, circoscritto all’ambito scolastico. Si tratta, invece, di un fenomeno che si manifesta in modo molto più ampio e che coinvolge notevolmente le famiglie. Dobbiamo pensare in un’ottica più ampia, di comunità. Allo stesso tempo bisogna sviluppare percorsi di lavoro tra pari, che tra i ragazzi funzionano molto e sono sempre efficaci. Gli aspetti chiave sono quattro: sensibilizzazione, prevenzione, contrasto, recupero. Interventi e progetti devono rientrare all’interno di una pianificazione. Non possiamo sempre rincorrere l’emergenza e misurarci con l’evento soltanto una volta accaduto. La mozione sul tema, presentata dalla presidente Zotta e votata all’unanimità in Assemblea Capitolina, procede proprio in questa direzione. Stiamo tornando a scrivere il Piano sociale cittadino che consente un’oculata programmazione anche in ambito educativo” , ha osservato Laura Baldassarre. “Il primo convegno in materia di bullismo e cyberbullismo ha rappresentato un importante momento di riflessione comune. Un tema molto sentito dall’attuale Amministrazione, come dimostra la recente approvazione di una mozione finalizzata ad aumentarne la consapevolezza e a individuare le misure di contrasto più idonee al riguardo. Un fenomeno in costante crescita, a causa dell’uso smodato del web e del dilagare inarrestabile della cultura dell’odio, del pregiudizio e della violenza. Per arginarlo, è necessario che tutti gli attori coinvolti facciano rete e, attraverso una vasta opera di sensibilizzazione, contribuiscano a prevenirne l’origine. Lo dobbiamo alle future generazioni, sempre più esposte a un clima di intolleranza verso il prossimo, amplificato dal mondo social. Educare non solo i ragazzi, ma anche noi stessi a valori altri, è fondamentale per debellare una piaga sociale oramai conclamata”, ha sottolineato Maria Teresa Zotta. Al convegno sono intervenuti tra gli altri, Jacopo Marzetti, Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio, Calogero Mauceri, capo dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale presso la presidenza del Consiglio dei Ministri, e Roberto Baiocco, docente presso la facoltà di Medicina e Psicologia alla Sapienza.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.