Commercio, Manconi (Ass. Nobilita): “Vendite online non siano concorrenza sleale”

0

(MeridianaNotizie)Roma, 19 marzo 2018 – Prosegue in Italia e nel mondo l’affermazione impetuosa del commercio online: in una recente stima la banca d’affari Morgan Stanley ha affermato che l’e-commerce crescerà dall’attuale valore di 15 miliardi di dollari sino ai 200 miliardi di dollari nel 2026.

Il presidente dell’Associazione Nobilita, Gabriele Manconi, ha espresso la sua opinione al riguardo: “Siamo convinti che le aziende tecnologiche siano il futuro, e per questo stiamo valutando una serie di investimenti in questo settore. Ma le crescenti difficoltà incontrate dal commercio tradizionale – ha continuato Manconi – stanno causando la perdita di migliaia di posti di lavoro: l’ultimo clamoroso esempio in questo senso è il crollo del colosso della vendita di giocattoli Toys ‘R’ Us, avvenuto anche e soprattutto a causa del boom dell’e-commerce. Bisogna assolutamente e prontamente regolamentare le vendite online affinché non rappresentino concorrenza sleale per i negozianti tradizionali vessati da un carico fiscale sempre più pesante: un gigante come Amazon fino al 2015 vedeva contabilizzati e dunque tassati i suoi ricavi europei solo in Lussemburgo, e nel 2017 la Commissione Ue ha stabilito una multa di appena 250 milioni di euro. Chiediamo dunque una ridefinizione della tassazione italiana che metta in regola sul territorio italiano i grandi gruppi internazionali. Una web tax significativa accompagnata da un alleggerimento della burocrazia può aiutare in questo. Non possiamo attendere oltre: lo chiedono le aziende italiane e lo chiedono gli investitori esteri”.

L’Associazione Nobilita si pone l’obiettivo di mettere in campo idee che possano creare occupazione e di avviare iniziative che avvicinino le aziende ai lavoratori cercando soluzioni concrete allo sviluppo di nuovi posti di lavoro.

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.