Roma, spacciatori di origine albanese nascondevano latitante in casa

0
7

(MeridianaNotizie) Roma, 24 aprile 2018 – Favoreggiamento e detenzione e spaccio in concorso. Di questo dovranno rispondere due cittadini albanesi, G.A., 46 anni e H.A., 45 anni arrestati dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Appio al termine di una attività di indagine durata mesi. Appreso che i due erano in procinto di partire per la Sicilia per una consegna di sostanza stupefacente i poliziotti, appostati sotto la loro abitazione hanno aspettato che uscissero e li hanno pedinati fermandoli alla stazione Tiburtina nei pressi del piazzale adibito alle partenze degli autobus. Trovandoli in possesso di 360 grammi di cocaina gli agenti hanno perquisito anche la loro abitazione. Qui oltre ad altra cocaina, gli investigatori hanno trovato un altro cittadino albanese di 39 anni che oltre ad essere complice insieme agli altri due connazionali nell’ attività di spaccio, è risultato destinatario, con un alias , di un ordine di carcerazione di due anni, sei mesi e 24 giorni emesso dal Tribunale di Velletri per il reato di associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Completate le operazioni di identificazioni K.T., queste le sue iniziali, è stato accompagnato al carcere di Rebibbia, mentre per gli altri due si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)