Roma, titolare di sala slot fermato per tentato omicidio

0
61

(MeridianaNotizie) Roma, 23 luglio 2018 – Intorno alle 11.00 di ieri gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti in via Casilina 1791 per la segnalazione di lite violenta fra più persone nel corso della quale erano stati esplosi diversi colpi d’arma da fuoco. Sul posto gli equipaggi della polizia hanno riscontrato la presenza di 3 autovetture incidentate. A terra è stata rinvenuta una pistola Beretta modello 82FS calibro 9 poi risultata compendio di furto, 3 bossoli e 2 cartucce inesplose. Immediatamente i poliziotti sono riusciti a bloccare una quarta autovettura che si stava allontanando dal posto con quattro persone a bordo. Uno di questi claudicante e con il volto insanguinato ha raccontato di essere stato investito e poi percosso dal titolare della Sala Slot lì ubicata che poi aveva anche esploso alcuni colpi di pistola nei confronti dell’auto su cui viaggiavano. Nessuno però era rimasto ferito. Dai primi accertamenti degli investigatori è emerso che la lite era scaturita quando il dipendente della sala giochi aveva negato, poco prima, l’accesso a due uomini rappresentandogli che avrebbero dovuto attendere qualche minuto. Questi, dopo una breve discussione lo avevano colpito in volto con un pugno per poi allontanarsi. All’esterno del locale però hanno incontrato il titolare dell’esercizio con il quale è scaturita una rissa proseguita fino a quando quest’ultimo ha esploso i colpi d’arma da fuoco nei loro confronti. Identificato M.V. romano di 58anni, con precedenti di polizia, è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per tentato omicidio, ricettazione, porto illegale della pistola e per rissa. Sul posto è intervenuto personale della Polizia Scientifica per i rilievi di competenza. Uno dei presenti coinvolto nella vicenda, è stato colto da malore e ricoverato in ospedale per accertamenti sanitari.
(a cura di Cecilia Guglielmetti)