AAMS e i maggiori operatori contro i siti illegali

469

Francesco Rodano, responsabile dell’Ufficio Gioco a Distanza dell’AAMS, intervenendo al convegno organizzato dall’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano, “il Gioco in Italia: tra maturità e innovazione”, ha posto l’accento sulla nuova e importante collaborazione fra i maggiori operatori di casino legali in Italia e l’AAMS contro i siti illegali targati .com.

(MeridianaNotizie) Roma, 13 maggio 2014 – I maggiori operatori italiani di casino online con licenza AAMS , come 888 Italia, che detengono secondo le stime dei Monopoli di Stato circa il 75% del mercato, hanno iniziato una stretta ed efficace collaborazione con l’ente regolatore governativo per escludere dal mercato italiano gli operatori senza licenza. Il programma messo a punto dall’AAMS e dagli operatori leader di casino italiani è a breve termine, nelle previsioni si stima che nei prossimi quattro mesi i siti illegali (quelli .com) siano banditi definitivamente.siti-illegali1

Si ricorda che già l’AAMS ha una “black list” di siti illegali continuamente aggiornata (dal 7 marzo 2014 sono stati aggiunti ben 27 siti illegali, raggiungendo un totale di 4.822 siti bannati), ma la collaborazione degli operatori più importanti che hanno seguito l’esempio di Playtech, interrompendo i rapporti con i siti senza concessione, è basilare.

Il mercato italiano del gioco online è in una fase di consolidazione, il 75% del mercato è suddiviso fra una decina di operatori, e il bacino di utenza, forse anche a causa della congiuntura economica, è in calo (-12% rispetto al 2013). Come è in calo la spesa media di ben 2/3 dei giocatori online pari a 50 Euro. Di conseguenza la lotta contro i siti illegali diventa molto importante, proprio per gli elevati costi sostenuti dagli operatori di casino legali in Italia, inerenti all’acquisizione e ritenzione di nuovi clienti. La collaborazione con l’AAMS diventa quindi strategica. Un mercato del gioco online economicamente sostenibile ha un doppio beneficio: combatte il gioco illegale e porta un incentivo economico agli operatori con concessione governativa. Non ultimo il “modello italiano” è preso ad esempio dagli altri mercati del gioco online comunitari per la loro regolamentazione giurisdizionale: un successo della nuova e rinforzata collaborazione fra AAMS e operatori può solo che portare ad un effetto domino positivo a livello comunitario.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Truffe agli anziani, bottino da 1 milione di Euro: i preferiti erano i pensionati della Roma bene

Invalsi 2014, gli studenti boicottano i test abbandonando i banchi di scuola

VIDEO > Tirano il “pacco” a turisti austrialiani, spacciano una piastra di ferro per un iPad

Articolo precedenteSalario accessorio, la giunta garantisce erogazione fino al 31 luglio
Articolo successivoSalario accessorio, Usb conferma lo sciopero di 24 ore dei dipendenti capitolini