Bufera PD, in 13 si autosospendono: grave il rensismo-stalinismo. Violato l’art. 67

467

Tredici senatori del Pd si sono autosospesi dal gruppo parlamentare in seguito a quanto avvenuto sulle Riforme e sull’allontanamento di Corradino Mineo dalla commissione.Lo ha annunciato il senatore Dem Paolo Corsini in Aula a Palazzo Madama.

(MeridianaNotizie) Roma, 12 giugno 2014 – “Apprezzo il Renzi politico e penso sia una risorsa ma il renzismo-stalinismo è grave. Non era mai successo che si violasse così l’articolo 67 della Costituzione”. E’ quanto sottolinea il senatore Pd Corradino Mineo, commentando a Radio Popolare la sua sostituzione in Commissione Affari Costituzionali del Senato. “Da parte mia nessun veto, la mia colpa è quella di aver detto che i colonnelli di Renzi, Boschi, Zanda e Finocchiaro hanno gravemente danneggiato il progetto di riforma del senato voluto dallo stesso governo”, aggiunge.

“Lo hanno fatto con un incomprensibile, arbitrario e supponente ritorno indietro rispetto al dibattito che si è svolto in Commissione. E’ un modo di procedere poco rispettoso del parlamento. Per aver detto questo sono stato cacciato”, sottolinea ancora il senatore della minoranza civatiana Pd.corradino-mineo1

I senatori autosospesi sono per ora, afferma Corsini, Casson, Chiti, Corsini, Gadda, Dirindin, Gatti, Lo Giudice, Micheloni, Mineo, Mucchetti, Ricchiuti, Tocci, Turano.

Casson: il Pd ha violato l’articolo 67 della Costituzione.«Abbiamo preso questa decisione perché è stato violato l’articolo 67 della Costituzione, quello che vieta il vincolo di mandato per i parlamentari»: così il senatore del Pd, Felice Casson, ha spiegato, interpellato al telefono, il motivo per cui insieme agli altri 12 suoi colleghi si è sospeso dal gruppo dopo la sostituzione di Corradino Mineo in commissione. «La sospensione – ha aggiunto – è stata decisa in vista dell’assemblea del gruppo di martedì prossimo, dove discuteremo tutti insieme dell’accaduto».

Ginefra: siamo democratici, non anarchici. «Non c’è vincolo di mandato, ma esistono regole di convivenza di una comunità che è democratica e non anarchica»: lo ha scritto sul proprio profilo twitter il deputato Pd Dario Ginefra in merito alla sostituzione di Mineo.

La Redazione

Altre videonews di Politica

VIDEO > Assemblea Confartigianato: “il digitale e la crisi hanno cambiato il modo di produrre”

Ballottaggi 2014, la sinistra frena e perde storiche roccaforti. Livorno e Civitavecchia al M5S

Grillo difende Farage: “non è razzista ha humor e ironia”. Possibile unione tra i “ribelli con una causa”

Articolo precedenteEndometriosi, al Gemelli si studia la laparoscopia in 3D per migliorare le operazioni sulle donne
Articolo successivoE’ Silvia Scozzese il nuovo assessore al Bilancio di Roma Capitale