Conca d’Oro, ragazzi e rifugiati politici puliscono il parco pubblico

321

(Meridiana Notizie) Roma, 14 agosto 2015 – Ragazzi e rifugiati politici si sono rimboccati le maniche e a ridosso di Ferragosto, con ramazza e rastrello hanno pulito il parco pubblico in via val Padana, nei pressi di Conca d’Oro. “Questa è la città coesa, solidale, che sa integrare le persone. Questa è la Roma che ci piace”. Commenta Francesca Danese, assessore alle politiche sociali di Roma CapitaleArmata. Anche lei armata di scopa e guanti bianchi ha preso parte  alla pulizia dei giardini.

“Stiamo dimostrando che la città deve essere amata da tutti quelli che a vario titolo ci vivono: oggi – ha spiegato l’assessore – ci stanno dando una mano delle persone che vengono da lontano e che da tanto tempo abitano la nostra città con il riconoscimento di rifugiati politici: insieme alla società civile sono qui e puliscono una parte di Montesacro”.

“Oggi abbiamo avuto la partecipazione dei ragazzi eritrei che sono molto contenti di fare qualcosa: mentre c’è gente che sparge odio a noi piace costruire una città più vivibile dal punto di vista dell’inclusione sociale”, ha aggiunto Jacopo dell’Associazione Retake.

Il servizio di Diana Romersi

Articolo precedenteFerragosto al bioparco, cocomero fresco per gli animali
Articolo successivoNon si ferma ad un posto di blocco: romano 35enne in manette dopo un lungo inseguimento in auto