Alla Galleria Alberto Sordi un maxi cuore “Batte” per lo scompenso cardiaco

341

(MeridianaNotizie) Roma, 29 settembre 2015 – Oltre 600 mila casi in Italia. Il 30% dei pazienti muore a un anno dalla diagnosi, il 50% dopo 5 anni. Difficoltà di respiro e senso di stanchezza: sono i principali sintomi. Si parla di scompenso cardiaco, prima causa di ospedalizzazione per gli over 65. Per far conoscere meglio questa patologia una maxi scultura in vetroresina a forma di cuore dipinta con messaggi dedicati al cuore e allo scompenso cardiaco è stata allestita nella Galleria Alberto Sordi a Roma in occasione della Giornata mondiale del cuore 2015, promossa da Novartis in collaborazione con AISC, l’Associazione Italiana Scompensati Cardiaci.

Servizio di Teresa Ciliberto

 

Articolo precedenteIl Festival del Cinema di Roma diventa Festa: 37 film e nessuna cerimonia
Articolo successivoLodi, Baby Gang rubava cellulari agli studenti: 2 minorenni arrestati