Roma Tre, 26enne si uccide con una pistola davanti la facoltà di ingegneria

343

(MeridianaNotizie) Roma, 19 Aprile 2016 -Un ragazzo di 26 anni si uccide sparandosi con un colpo d’arma da fuoco all’entrata della facoltà di Ingegneria dell’università Roma Tre. Alcuni studenti che hanno assistito alla scena, raccontano di aver visto “il ragazzo riverso a terra con una chiazza di sangue attorno alla testa.”

Il testimone racconta di essere rimasto in macchina, a pochi metri dal corpo, e intorno c’erano poche persone.”La polizia e l’ambulanza non erano ancora arrivate. Ho chiesto al guardiano cosa fosse successo e mi ha risposto ‘si è sparato’. Vedevo le mani ed il volto ma non la pistola. Ho avuto paura che gli avessero sparato e me ne sono andato”.

Il rettore dell’università, Mario Panizza, annuncia “Le attività accademiche sono state sospese per tutta la giornata in segno di cordoglio. In un ateneo come il nostro, che vive come un campus, il dolore è tangibile. Siamo tutti attoniti”.

Servizio di Cristina Pantaleoni

Articolo precedenteRegali a funzionari per evitare multe, 8 indagati per l’operazione Tavolino in centro
Articolo successivoTor Bella Monaca, una banda di spacciatori dietro l’omicidio del 17enne Caranzetti