Fondi pubblici per favorire parenti ed amanti, 7 arresti per peculato ad Avellino

335

(MeridianaNotizie) Roma, 12 maggio 2016 – La Polizia di Stato di Avellino, dalle prime ore di questa mattina, sta eseguendo 7 misure cautelari personali (un arresto domiciliare e 6 divieti di dimora nel Comune di Avellino) a carico dell’amministratore della societa’ partecipata dal Comune denominata Acs (azienda citta’ servizi) e di amministratori di cooperative. I reati contestati vanno dal peculato alla corruzione. I protagonisti della vicenda hanno distratto fondi pubblici per le proprie utilita’ e per favorire parenti, amanti ed amici.polizia-avellino-peculato1

Le attivita’ di intercettazione telefoniche ed ambientali hanno disvelato una gestione chiaramente “criminale” della societa’ e dimostrato che l’utilizzo delle cooperative aveva la reale finalita’ di creare contenitori per sistemare amici e parenti. Le indagini, coordinate dalla Procura di Avellino, sono iniziate nel marzo 2015 e oggi l’esecuzione delle ordinanza e’ stata eseguita dagli uomini della Squadra mobile, coadiuvata dall’Upgsp e dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Avellino.

Cristina Pantaleoni

Articolo precedenteSì alla Unioni civili, la Fontana di Trevi si tinge dei colori rainbow
Articolo successivoFabbrica di armi nell’officina, arresta un mezzanico a Palermo