Nettuno, padre e figlio indiani spacciavano bulbi e semi di papavero essiccati

456

(MeridianaNotizie) Roma, 2 novembre 2017 – Al termine di attività investigativa, finalizzata alla prevenzione e repressione del traffico di illecito di sostanze stupefacenti, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Anzio – Nettuno, sono risaliti a due spacciatori, padre e figlio, di nazionalità indiana, entrambi dediti allo spaccio di stupefacente, in particolare di “bulbi e semi di papavero essiccati”. 23 buste in cellophane con all’interno bulbi di papavero essiccati per un peso di quasi 2 kg e mezzo, nonché alcuni grammi di semi di papavero e 1200 euro in contanti, in banconote di piccolo taglio, quanto sequestrato dagli investigatori del commissariato di Anzio – Nettuno durante la perquisizione domiciliare a casa dei due, in località Tre Cancelli. Genitore e figlio, sono stati identificati per K.R. e P.G., rispettivamente di 50 e 23 anni. Accompagnati negli uffici del commissariato, al termine degli accertamenti di rito, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)

 

Articolo precedenteCastel Sant’Angelo, truffavano passanti e turisti con il gioco delle “Tre Campanelle”
Articolo successivoRoma, vandalizzato il Fregio di William Kentridge. Bergamo: “Condanno il gesto”