Controlli staraordinari nei porti: arresti e contrasto al terrorismo

0
51

(MeridianaNotizie) Roma, 19 febbraio 2018 – Dal 12 al 17 febbraio scorsi si è svolta, nei principali porti nazionali, l’operazione “Talassa”, coordinata dalla Direzione Centrale dell’Immigrazione e Polizia delle Frontiere, finalizzata ad individuare le principali rotte utilizzate dai migranti irregolari per giungere in Italia, nonché porre in essere attività di contrasto al terrorismo internazionale ed alla criminalità transfrontaliera. Il dispositivo operativo, attuato e coordinato dalla Polizia di Frontiera, in stretta sinergia con Guardia di Finanza, Agenzia delle Dogane e Capitanerie di Porto e l’ausilio della Polizia Stradale, ha consentito di controllare 12.026 persone e 2.235 veicoli, respingere 22 migranti irregolari, arrestare 4 persone per reati connessi al crimine transfrontaliero e indagarne 17, nonché rintracciare 10 irregolari occultati nei TIR, mediante l’utilizzo di apparecchiature per il rilevamento del battito cardiaco e per la rilevazione dell’anidride carbonica e scannerizzando mezzi pesanti e containers. In particolare nel porto di Genova, la Polizia di Frontiera e la locale Squadra Mobile, coordinate dalla Direzione Centrale dei Servizi Antidroga, hanno proceduto al sequestro di 297 kg di cocaina occultati a bordo di una nave maltese. L’attività operativa, supportata altresì dall’Agenzia FRONTEX e dalla sala operativa di EUROPOL, ha permesso di confermare l’efficacia dei servizi di contrasto in atto nei porti italiani.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)