Roma, la Polizia di Stato individua il writer “Marz”: aveva imbrattato anche l’edicola della Madonna dell’Arco

0
47

(MeridianaNotizie) Roma, 6 aprile 2018 – Le indagini del commissariato di zona, diretto da Fabrizio Sullo, sono iniziate il mese scorso dopo la scoperta dell’imbrattamento della Madonna dell’Arco di San Calisto, simbolo religioso risalente al 1200 e situato sul muro esterno di una abitazione, conosciuta ai residenti del quartiere come la “Casa più piccola di Trastevere”: un gesto vandalico che ha scosso particolarmente l’opinione pubblica. I poliziotti, dopo aver raccolto vari indizi che portavano alla vera identità di “marz”, così si firmava il writer che aveva imbrattato anche altri muri lì intorno, hanno inoltrato in Procura una dettagliata informativa, grazie alla quale hanno ottenuto un decreto di perquisizione. Controllando la casa del 35enne sospettato, venivano rinvenuti alcuni contenitori di vernici e colori, simili a quelli usati per l’imbrattamento, nonché strumentazione elettronica tra cui PC, cellulari, tablet e taccuini manoscritti dove erano presenti i tag “marz”. Gli oggetti sequestrati sono ora al vaglio del Pubblico Ministero, titolare dell’inchiesta che riguarda anche altre scritte, sempre a firma “marz”, presenti nel quartiere.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)