Campidoglio, Piano Caldo 2018 con nuovi servizi e strutture: dai Municipi a Castelporziano

0
49

(MeridianaNotizie) Roma, 25 giugno 2018 – Un programma innovativo, che coinvolge tutti i Municipi della Città tramite attività basate sulla socializzazione e sulle relazioni in un’ottica di solidarietà. Con questo approccio Roma Capitale presenta, per la stagione estiva, un programma di iniziative, che proseguiranno fino a settembre, accessibili a tutti i cittadini e con forti novità rispetto agli anni scorsi: per la prima volta le persone in condizioni di maggiore fragilità, soprattutto gli anziani, potranno accedere a strutture come l’impianto sportivo Montecitorio oppure allo Stadio Nando Martellini presso le Terme di Caracalla. L’obiettivo è di tutelare le persone più a rischio dall’innalzamento delle temperature e dai cosiddetti picchi di calore, assicurando la presenza di almeno un’ampia struttura in ogni Municipio. Particolare attenzione sarà posta alle potenzialità della persona anziana, alla riscoperta delle proprie capacità, anche in relazione all’altro, con attivazione di percorsi per la promozione del volontariato senior, che attivati nel periodo estivo, con l’ausilio di personale degli sportelli Farmacap, proseguiranno anche a settembre. I Centri Sociali Anziani svolgono la funzione di coordinamento e di punto informativo, indirizzando i cittadini verso luoghi e strutture più aderenti ai loro bisogni. E’ inoltre prevista un’Unità di coordinamento presso il Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute anche tramite il volontariato del Servizio Civile. Il Piano Caldo 2018 conferma e rafforza la presenza delle Oasi presso la piscina della Casa di riposo Roma 3, in via Ventura, nel Municipio XIV: dove le persone anziane potranno trascorrere soggiorni diurni. Prenotazioni a partire da lunedì 25 giugno al numero 0686210833. A tutto ciò si aggiunge, infine, la collaborazione con la Presidenza della Repubblica che ha aperto la spiaggia di Castelporziano per persone con disabilità da giugno ad agosto.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)