Roma, “topi d’auto” in azione: in manette una famiglia di nomadi

0
60

(MeridianaNotizie) Roma, 28agosto 2018 – Ieri sera, a seguito di due distinte segnalazioni giunte al numero di emergenza 112, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato 4 persone per furto aggravato su auto. Si tratta di un’intera famiglia, padre madre e figlia, rispettivamente di 39, 38 e 17 anni, tutti con precedenti, domiciliati presso il campo nomadi di via di Salone, e un uomo di 45 anni, di origini serbe, già noto alle forze dell’ordine. I primi 3 sono stati rintracciati e bloccati in piazza di Porta S. Giovanni dopo aver rubato vari borsoni, contenenti effetti personali, abiti ed uno smartphone, custoditi nel bagagliaio di un’autovettura in sosta, di proprietà di turista, un 31enne polacco. I Carabinieri hanno notato la “famigliola” che tentava la fuga a bordo della loro auto e sono intervenuti. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla vittima. Padre e madre sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza in caserma, in attesa del rito direttissimo, mentre la figlia è stata trasferita presso il Centro di Prima Accoglienza Minori di via Virginia Agnelli. L’uomo di origini serbe, poco prima della mezzanotte, in via di Bravetta, è stato sorpreso da una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Radiomobile mentre stava rubando un portafogli ed un telefono lasciati incustoditi in un’auto in sosta. Dopo l’arresto, da una verifica in banca dati, il ladro, con uno pseudonimo, è risultato sottoposto agli arresti domiciliari, per cui dovrà rispondere anche di evasione. Anche in questo caso, l’uomo è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)