Anzio, il presidente del consiglio si autosospende dall’Udc

0
286

(MeridianaNotizie) Roma, 23 ottobre 2018 – Una nuova tegola sul comune di Anzio. Il presidente del consiglio, Massimo Millaci, risulta indagato al termine di un inchiesta giudiziaria avviata nel 2004 dalla procura di Roma, per spaccio di sostanze stupefacenti. L’Udc in seguito a questa notizia, non ha temporeggiato ed in via cautelativa, di comune d’accordo con Massimo Millaci, ha concordato la sua auto sospensione dall’attività politica, dopo nemmeno 24 ore. In attesa che la magistratura faccia il suo corso, la sezione di Anzio dell’Udc ha redatto quanto segue: “L’ Udc di Anzio, riunitosi oggi 23.10.2018, ha preso atto delle notizie apparse sulla stampa in relazione al Presidente del consiglio Massimo Millaci. Ha concordato che lo stesso, si autosospenda dal partito  per meglio chiarire la propria posizione per fatti tra l’altro risalenti ad oltre 14 anni fa. L’udc, esprime piena fiducia e appoggio all’autorità giudiziaria, auspicando una  soluzione definitiva nei tempi più brevi possibili.L’ Udc, continuerà le sue battaglie di legalità e auspica che altri possano  prendere esempio dall’atteggiamento dei propri rappresentanti dell’Udc, per dare alla città alle istituzioni tutte, credibilità, onestà, trasparenza nel pieno rispetto della legalità”.