Musei, torna ‘Mix’. Visite guidate alla scoperta del Campidoglio

0
228

(MeridianaNotizie) Roma, 16 ottobre 2018 – Il lungo viaggio di Mix! Incontriamoci al museo finisce con un ultimo importante ciclo di appuntamenti. Dal 12 ottobre con Musei Capitolini. Il Campidoglio da riscoprire, è partito il settimo e conclusivo percorso del progetto di valorizzazione del patrimonio artistico e di aggregazione promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. Sono sei gli appuntamenti di questo nuovo percorso che racconta la storia del colle Capitolino dai primi insediamenti dell’Età del Bronzo fino al secolo XIX con l’avvento dei Prussiani e poi con le vicende successive alla Prima Guerra Mondiale. Conferenze e itinerari guidati a cui è possibile partecipare (prenotazione allo 060608) pagando il biglietto d’ingresso al museo. L’accesso è invece gratuito per i possessori della MIC, la nuova card che, al costo di 5 euro, permette a chi vive o studia a Roma l’ingresso illimitato per 12 mesi nel Sistema dei Musei Civici. I vari percorsi hanno permesso nel corso di un anno di spaziare nei campi disparati dell’arte e del sapere, a partire dagli Incontri sull’animazione e il fumetto a cura di Luca Raffaelli (ottobre e novembre 2017), seguiti da Incontro con gli scrittori a cura di Lorenzo Pavolini (novembre e dicembre 2017). E poi Mapping the town. SEI performance nei musei di Roma in collaborazione con Orlando Edizioni e a cura di Claudio Libero Pisano. Nello stesso periodo anche Mix! Progetto di educazione al patrimonio in chiave interculturale e quindi Mix! Dei dall’Egitto a Roma (ottobre 2017–novembre 2018), fino a Oggi parliamo di… (marzo – maggio 2018). Per arrivare a Campidoglio da riscoprire, il cui primo appuntamento è stato dunque giovedì 12 ottobre alle 17 con la conferenza dal titolo L’Acropoli della città e la Casa degli Dei, seguita il 13 ottobre da itinerari guidati all’interno ai Musei Capitolini, tra vicende storiche e documenti archeologici per svelare alcuni misteri del Tempio di Giove. Le origini dell’antico Capitolium, la destinazione dell’area ad Acropoli da parte del Re Tarquinio Prisco intorno alla metà del VI sec. a.C. con l’inizio di una serie di lavori che portarono, sotto il regno di Tarquinio il Superbo, alla costruzione di un Tempio dedicato a Giove, Giunone e Minerva. La successiva conferenza, Dall’età repubblicana al medioevo: 2000 anni di vita tra nuovi edifici e riutilizzo dell’antico, si svolge il 19 ottobre, sempre alle 17, ed è seguita, il 20 ottobre, da itinerari guidati che dal Tabularium conducono a visitare i resti del Tempio di Veiove e gli interventi che trasformarono nel Medioevo l’Archivio dello Stato Romano nel Palazzo Senatorio. Si parte dall’età repubblicana, durante la quale si conferma la funzione civile e sacra del Campidoglio. Teatro di numerosi incendi e di conflitti, il Colle si è sempre rinnovato nutrendosi della linfa scaturita dalla sua stessa immagine: i monumenti più significativi vanno trasformandosi, come nel caso del Tabularium, che da archivio di leggi dello Stato divenne dal 1143 sede del nascente Comune di Roma. Venerdì 26 ottobre la terza e ultima conferenza I Prussiani in Campidoglio e il nuovo ruolo di Roma Capitale: dalla visione mitica a cuore pulsante d’Italia, a cui seguono il 27 ottobre itinerari guidati dall’altura del Campidoglio e lungo le sue pendici alla ricerca di monumenti e testimonianze di età moderna ormai dimenticate. L’inizio del XIX secolo è un momento decisivo per la storia urbanistica del Campidoglio, che coincide con l’arrivo dei Prussiani, che entrano in possesso di tutte le proprietà presenti sul Capitolium, realizzando inoltre nuovi edifici come la sede dell’Istituto Archeologico Germanico. Con l’avvento di Roma Capitale e la cacciata dei tedeschi alla fine della I Guerra Mondiale, il Campidoglio assunse una nuova valenza simbolica a favore della Nazione intera. Mix! Incontriamoci al Museo è stato finanziato dalla Regione Lazio con la legge n. 26 del 23 ottobre 2009, avviso pubblico finalizzato allo sviluppo dei sistemi di servizi culturali ed è ospitato dal Sistema Musei Civici dal 21 ottobre 2017 all’ottobre del 2018.

(a cura di Cecilia Guglielmetti)