Ardea, Neocliti: “Si dimette vice Sindaco”

0
524
ARDEA, NEOCLITI “SI DIMETTE VICE SINDACO”
(MeridianaNotizie) Roma 10 ottobre 2018 – Colucci, padre del dissesto, che fino ad oggi e’ costato alle tasche dei cittadini 23.000 euro, abbandona  una nave alla deriva.La situazione ad Ardea è sempre più critica. Nelle ultime 24 ore c’è stato l’ennesimo colpo di scena. Ieri, si discuteva in consiglio comunale una proposta di delibera per una variazione di bilancio di 7 mila euro. Attoche doveva essere ratificato dall’Aula entro 60 giorni. Ieri, per lacronaca, era il 61.mo giorno e la maggioranza è stata costretta a ritirare il provvedimento.Naturalmente,questa rappresenta l’ennesima dimostrazione di incapacità  da parte dell’attuale Giunta.Oltre alla gaffe, oggi  si aggiunge un altro elemento: le dimissioni di questa mattina del vice sindaco e assessore al bilancio Colucci. E quila questione diventa complessa. Infatti, l’assessore è ritenuto una delle
personalità più competenti della giunta sicuramente  considerato un punto di riferimento. Con il suo addio ci poniamo alcuni quesiti: in primis, perché questo gesto? Forse, si è stancato di essere, per certi versi, il parafulmine dell’amministrazione, degli errori e delle decisioni sbagliate di questa Giunta? O queste dimissioni hanno lo scopo di lasciare il debole sindaco ancor più in difficoltà  e quindi obbligato ad appoggiarsi al triumvirato che muove i fili?  Ricordiamo che Ardea è un Comune in dissesto finanziario: decisione, questa, presa dall’attuale giunta, e che in più di una occasioni abbiamo criticato.Si è votato a giugno il bilancio di previsione: essendo Ardea in fase di dissesto, come dicevamo prima, il documento di bilancio va inviato alla commissione finanza del Ministero degli interni che, come prevede l’iter,deve esprimere il suo parere. Parere che è atteso proprio per
ottobre-novembre. Quindi, a breve. Un giudizio, questo, per certi versi vitale per l’esistenza di questa amministrazione: infatti, molto chiaramente, in caso di parere negativo, si avranno delle conseguenze. Per tali motivi, ci chiediamo: perché le dimissioni del vice sindaco arrivano,guarda caso, proprio nel periodo in cui è atteso un responso di cosi
assoluta rilevanza? Forse, il vice sindaco, nonché titolare al bilancio, già immagina qualcosa? In questo periodo ho presentato alcune interrogazioni, proprio in ambito finanziario, ma le risposte del vice sindaco sono state sempre evasive. Nello specifico, mi riferisco alla mia interrogazione sull’affido diretto da parte del Comune, per 24 mila euro,
ad una ditta per la gestione della privacy, mentre altri Comuni limitrofi hanno speso cifre inferiori. Un’altra scelta, questa, che cozza contro il principio della trasparenza, che rappresenta un valore cardine, in molti casi solo a parole, del M5s. L’interrogazione, protocollata il 27 settembre, doveva essere portata in Consiglio durante la seduta di ieri.
Ma questo, naturalmente, non è avvenuto. E ancora, ho presentato una altra interrogazione, alla quale ho ricevuto una risposta poco esaustiva, sulla gara per i servizi di postalizzazione: dopo un bando per 15mila euro andato deserto, successivamente si è deciso per un affido diretto, per 9mila euro. Su queste due interrogazioni, ho scritto anche all’Anac e alla Prefettura, per avere risposte concrete e chiare. Dunque, vorremmo tanto
conoscere i motivi dell’addio del vice sindaco, che lascia una nave in balia della tempesta, tempesta tra l’altro creata da loro.Riteniamo la situazione molto critica, e fortemente deleteria per tutta la cittadinanza. Lo scrive in una nota Raffaella Neocliti, consigliere comunale ad Ardea