Campidoglio, Teatri in Comune, al via le nuove stagioni

0
446

(MeridianaNotizie) Roma, 1 ottobre 2018 – Presentate le nuove stagioni dei Teatri in Comune – Teatro Biblioteca Quarticciolo, Teatro Tor Bella Monaca, Teatro del Lido di Ostia, Teatro Villa Pamphilj –, la rete di spazi per lo spettacolo diffusa sul territorio metropolitano, dallo scorso anno parte del Sistema di Teatro Pubblico Plurale nato per volontà dell’Amministrazione sotto il coordinamento del Teatro di Roma. I cartelloni dei quattro teatri vanno avanti da settembre 2018 a giugno 2019. La riorganizzazione dei teatri a vocazione pubblica della Capitale, spiega una nota del Teatro di Roma, “voluta dal vicesindaco con delega alla Crescita Culturale, Luca Bergamo, è un modello innovativo e di coesione sociale, che disegna un sistema plurale di cui lo Stabile capitolino diviene motore”. “Un sistema di teatro pubblico che ricava la sua unità dalle diverse identità delle quattro sedi. Quattro palcoscenici pubblici in rete, ciascuno con le proprie vocazioni e specificità”. Nell’insieme, un ampio ventaglio di sguardi sul contemporaneo con le programmazioni curate dai rispettivi direttori artistici: Veronica Cruciani per il Teatro Biblioteca Quarticciolo; Alessandro Benvenuti e Filippo D’Alessio per il Teatro Tor Bella Monaca; le associazioni del territorio che compongono l’Associazione TdL per il Teatro del Lido di Ostia; Veronica Olmi per il Teatro Villa Pamphilj.Nei programmi dei teatri pubblici romani sono presenti i diversi linguaggi scenici: recitazione, danza, musica. Vengono valorizzate le iniziative dedicate a tematiche sociali e al teatro ragazzi, con proposte di spettacoli e attività di formazione. Incentivato il ruolo attivo del pubblico. Previsti laboratori che puntano in particolare alla crescita e al sostegno delle realtà creative locali. Favorita la partecipazione con biglietti popolari ed eventi gratuiti. La programmazione 2018-2019 dei Teatri in Comune. Tutti gli aggiornamenti su www.teatriincomune.roma.it .

(a cura di Cecilia Guglielmetti)