Roma, siglato protocollo con Tribunale Ordinario di Roma per tutela minorenni nelle fasi di conflittualità familiare

2445

(MeridianaNotizie) Roma, 5 novembre 2018 – Rafforzare il lavoro dello Sportello Famiglia Spazio Ascolto per tutelare i minorenni nel superamento delle fasi di conflittualità familiare, puntando soprattutto sulle potenzialità delle figure genitoriali e orientando le famiglie verso percorsi di mediazione e sostegno presenti sul territorio. Con questo obiettivo fondamentale Roma Capitale e il Tribunale Ordinario di Roma hanno siglato un protocollo d’intesa della durata di 3 anni, per garantire adeguate risposte al crescente aumento della disgregazione familiare e dei divorzi di coppie con figli, sempre più caratterizzati da criticità.

Le persone destinatarie del servizio, situato presso la sede del Tribunale Ordinario di Roma – I Sezione Civile – Famiglia, sono coppie che presentano un’elevata conflittualità e i loro figli minorenni. L’intesa vuole soprattutto implementare il lavoro dello Sportello con i servizi del Territorio, con i ‘centri per le famiglie’ e con le scuole di appartenenza.

È infatti necessario definire una rete allargata, sempre più ampia e profonda, che consenta un efficace sostegno ai minorenni. In particolare è determinante la collaborazione con i Giudici per l’individuazione condivisa di metodologie comuni che riducano la conflittualità.

Roma Capitale si impegna a:

-Garantire la presenza di un assistente sociale presso lo Sportello
-Prevedere, nel Piano Sociale Cittadino, lo ‘Sportello Famiglia Spazio Ascolto’ come azione di sistema permanente

-Sviluppare una maggiore diffusione di ‘Centri per le famiglie’ nel territorio di Roma Capitale

Il Tribunale Ordinario di Roma si impegna a:

-Mettere a disposizione un locale idoneo alle attività dello sportello, opportunamente attrezzato

-Fornire informazioni ai Servizi Sociali riguardo le questioni pendenti

-Facilitare, in caso di urgenza, il rapporto tra i Giudici affidatari e il servizio affidatario

-Individuare un giudice delegato quale referente dello Sportello

Questo Protocollo costituisce un nuovo tassello del nostro percorso finalizzato a rafforzare diritti e tutele per l’infanzia e l’adolescenza. Costruire sinergie tra istituzioni è fondamentale perché consente di lavorare sulla base di reti e con approccio integrato, assicurando così farsi carico del minorenne e della famiglia nel pieno rispetto delle Convezioni internazionali in materia e con servizi omogenei su tutti i territori”, spiega l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.

Obiettivo primario è far in modo che i genitori possano continuare a svolgere il proprio ruolo, tramite percorsi di mediazione e di sostegno, evitando che difficoltà e conflitti si ripercuotano sui figli. Ringrazio la Presidente Franca Mangano, già Presidente della Prima Sezione Civile, e l’Assessora Baldassarre per il loro ruolo determinante alla prosecuzione della collaborazione“, spiega il Presidente del Tribunale Ordinario di Roma Francesco Monastero.

Articolo precedentePrimavalle. Droga giù dalla finestra. La Polizia di Stato arresta 4 spacciatori e scopre in casa una “raffineria”
Articolo successivoArdea, violenza sessuale e sequestro di persona: catturato ad Aprilia cittadino rumeno di 41 anni